Scuole sicure, Italia dei Valori: “Basta speculazioni, fiducia e sostegno a chi lavora per la Città”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Assistiamo con sconcerto alla ridda di polemiche, assolutamente fuori luogo, e all’allarmismo seguiti al sisma del 24 agosto, che hanno ottenuto l’unico risultato di disorientare le famiglie e offuscare la verità dei dati e dei fatti, l’unica cosa che conti riguardo alla sicurezza dei nostri figli”. Esordisce seccamente Maurizio Pendenza, coordinatore del circolo cittadino dell’Italia dei Valori, intervenendo sulla questione della sicurezza nelle scuole.

“Il sindaco Giovanni Di Pangrazio ha centrato obiettivi neanche immaginati in precedenza, avviando un imponente lavoro di rifacimento e ristrutturazione dell’intero patrimonio di edilizia scolastica comunale”, continua Maurizio Pendenza, alla fine dell’anno saranno 4 le scuole riconsegnate, belle e sicure secondo le ultime normative vigenti, e sempre tra fine anno e il prossimo febbraio saranno affidati i lavori per gli altri istituti. Parliamo di lavori di ristrutturazione totale o di costruzione ex novo di istituti scolastici, dunque intendiamoci bene su quale sia l’oggetto degli interventi progettati, affidati e avviati in tre anni dall’Amministrazione Di Pangrazio.

Noi non siamo parte dell’Amministrazione della città e siamo sempre pronti a segnalare le cose per le quali vanno fatti sforzi maggiori, come ad esempio per le periferie, ma sul tema dell’edilizia scolastica, sulla base dei dati – consegnatici celermente dai tecnici comunali appena richiesti – abbiamo accertato senza ombra di dubbio che le quattro scuole non agibili sono state chiuse lo scorso anno, mentre il lavoro dell’amministrazione in base al progetto “Scuole Sicure” sta procedendo nel pieno rispetto delle regole e nella massima trasparenza. Gli edifici indicati come fruibili lo sono effettivamente a norma di legge, e anche al riguardo il Sindaco anche in questi giorni si è detto pronto a chiedere ulteriori verifiche, come già avvenuto in passato, perché si viva nella massima tranquillità possibile. Oggi Avezzano si attesta tra le città abruzzesi al top per quanto riguarda l’edilizia scolastica. Onore dunque al Governo cittadino, che anche su un settore tanto fondamentale si sta distinguendo per lungimiranza e iniziativa. Il Sindaco ha operato costantemente per garantire la sicurezza dei ragazzi, anche attraverso il monitoraggio e la tempestività nell’assumere risoluzioni al riguardo quando i tecnici hanno segnalato possibili criticità. Alcuni personaggi, che oggi girano cercando firme su petizioni, addirittura con la richiesta di commissariamento (!) del Comune, avrebbero fatto bene a manifestare la stessa tempestività sul tema della sicurezza delle scuole cittadine qualche anno fa, quando erano loro al timone dell’amministrazione, ma così non è stato.

Il plauso del nostro Movimento va al sindaco Giovanni Di Pangrazio, non solo per lo straordinario lavoro, quello compiuto e quello in corso d’opera, ma anche per la sollecitudine con la quale sta operando per garantire il normale svolgimento dell’anno scolastico nella massima serenità di bimbi e genitori, e che certamente, confrontandosi costantemente con i dirigenti scolastici e con le famiglie, come sta facendo, saprà prendere le decisioni più opportune per definire le soluzioni ottimali. Basta speculazioni e fiducia e sostegno a chi lavora per la Città: al riguardo noi daremo il nostro contributo tecnico e politico, in linea con i Valori che ci guidano. Ci auguriamo che prevalga il buon senso tra tutte le parti in causa e non si facciano vivere i bambini e ragazzi in condizioni di emergenza, creando una spianata di container qualora vi fossero soluzioni più appropriate, e sembra questo il caso, vista la disponibilità di edifici sicuri che possono ospitare quelle classi transitoriamente in attesa della sede definitiva. Proprio perché vi sono edifici a norma utilizzabili, la martellante e subitanea campagna pro-container – o musp che dir si voglia – ci ha fatto sorgere più di un dubbio, e al riguardo chiederemo che si faccia pienamente chiarezza”.




Lascia un commento