Sconfitta a tavolino per Ovindoli e Castronovo Calcio, protesta il Presidente Di Curzio

San Vincenzo Valle Roveto – Sconfitta a tavolino, un punto di penalizzazione e, dulcis in fundo, una sanzione pecuniaria per entrambe le squadre. E’quanto ha stabilito il giudice sportivo in merito all’incontro di calcio di terza categoria tra Ovindoli e Castronovo inizialmente in calendario lo scorso novembre. Rinviato causa maltempo, il match si sarebbe dovuto recuperare lo scorso 27 dicembre, ma l’arbitro, atteso da entrambe le squadre ad Avezzano, si trovava ad Ovindoli.

Inutile il ricorso per le società interessate al giudice sportivo che, in data 4 febbraio, ha comunicato il rigetto del ricorso.“Abbiamo inviato alla Federazione – ha commentato il Presidente del Castronovo Dino Di Curzio – la richiesta di variazione campo, peraltro già annunciata attraverso canali telefonici, il mercoledì precedente l’incontro. Ma la stessa è stata ritenuta non corretta, nonostante il regolamento sancisca che possa essere inoltrata entro il giovedì alle 11. La Federazione, infatti, sebbene avesse prefissato il recupero di due gare di campionato per domenica 27 dicembre, è stata l’unica della regione Abruzzo a sospendere le attività già dalle ore 12 di mercoledì 23 dicembre.

Eravamo lì pronti a contenderci la gara, è inaccettabile tutto questo. Una tristissima pagina per il calcio dilettantistico abruzzese. Si è persa un’occasione per dimostrare che il calcio è un gioco bellissimo. Vorrei sottolineare la sconfitta di una giustizia sportiva che probabilmente non riuscirà mai a capire il significato di alcuni valori, rigidamente legata, come è, a degli schemi e a delle regole fin troppo professionistiche”.



Lascia un commento