Scatta l’ obbligo della dichiarazione nutrizionale sui prodotti alimentari preimballati



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – Come è noto, dal 13 dicembre 2016 si applica nel nostro Paese l’art. 9, paragrafo 1, lett. l del Regolamento (CE) 25 ottobre 2011, n. 1169, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, ai sensi del quale è obbligatoria l’indicazione relativa dichiarazione nutrizionale. Tale dichiarazione deve indicare il valore energetico e la quantità di grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale. Inoltre, quando l’etichettatura di un alimento preimballato contiene la dichiarazione nutrizionale obbligatoria, vi possono essere ripetute le informazioni riguardanti il valore energetico, oppure il valore energetico accompagnato dalla quantità di grassi, acidi grassi saturi, zuccheri e sale.

Di questo si parlerà in un convegno, organizzato dalla Fiesa Assopanificatori Confesercenti, che si terrà a Celano domenica 4 dicembre, alle ore 9.30, presso la sala consiliare del Comune, in Piazza IV Novembre. Sono argomenti che interagiscono direttamente con la sicurezza alimentare; in particolare con le disposizioni in materia igienico sanitaria, l’etichettatura dei prodotti commestibili, la tabella nutrizionale, il sistema HACCP che restano un caposaldo per operare nel rispetto delle regole e garantire al consumatore ed al turista prodotti salubri e informazione corretta sugli alimenti, la loro conservazione, la tracciabilità.

È stata scelta la Città di Celano in quanto da secoli è la culla della “Panificazione tipica ed artigianale” dell’intero Abruzzo. Sono decine i panifici presenti sul territorio che hanno fatto e fanno la storia stessa di Celano e della Marsica intera. Sono tante le famiglie che si tramandano, di padre in figlio, l’arte della panificazione. Ma Celano rappresenta anche il centro di un territorio ad alta vocazione turistica, incastonato tra parchi ed aree protette, in un unicum fatto di storia, cultura e sport, dove il turista/consumatore cerca prodotti sempre più sani per una sana alimentazione.




Lascia un commento