Sanzionato un uomo che raccoglieva abusivamente tartufi nel territorio del Parco Nazionale

Pescasseroli – Lunedì scorso il personale del Servizio di Sorveglianza ha scoperto, nei pressi di Forca d’Acero in un’area ricadente nel Comune di Pescasseroli, una raccolta non autorizzata di tartufi ad opera di un soggetto residente nella provincia di Latina. I Guardiaparco hanno sottoposto a sequestro amministrativo 1 Kg di tartufo nero e sanzionato il soggetto che operava in modo del tutto abusivo poiché sprovvisto dell’autorizzazione rilasciata dal Parco.

Infatti all’interno dell’area protetta è possibile effettuare la ricerca e la raccolta tartufi solo ai cittadini residenti che fanno regolare richiesta di nulla osta all’Ente Parco e che, ovviamente, risultano in regola con le normative di riferimento a livello regionale e nazionale.

L’operazione rientra nell’ambito di servizi di controllo della Sorveglianza mirati ad assicurare anche la tutela di habitat particolarmente delicati come quello della lettiera, cioè lo strato di foglie, humus e microrganismi indispensabili per il miglior funzionamento della foresta.