Rischio sismico, riaprono normalmente le scuole a Capistrello



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – Struttura Sabin agibile e sismicamente non vulnerabile. Stando alle perizie effettuate sul plesso scolastico, lo stesso può ritenersi, ad oggi, ancora utilizzabile. L’indagine di vulnerabilità sismica riporta, infatti, come indici di rischio, tutti valori superiori allo 0,2 e non esiste, pertanto, l’obbligo di chiusura. Anzi, qualora il primo cittadino ne disponesse la chiusura, per lui potrebbe profilarsi l’accusa di danno erariale e di interruzione di pubblico servizio. L’unico intervento urgente è quello della palestra dove l’Amministrazione Ciciotti, però, ha già approvato un progetto di adeguamento sismico per un importo di € 405.000.

“Nonostante i valori riscontrati – afferma il primo cittadino – per garantire maggiore tutela verso gli alunni ed il corpo docente, abbiamo comunque dato incarico di predisporre un progetto di adeguamento sismico dell’intero stabile. La progettazione, abbastanza complessa, ha richiesto tempi lunghi, ma la consegna è prevista comunque entro il giorno 20 settembre”.

“L’importo complessivo di 1,5 milione di euro – continua Ciciotti – sarà finanziato con i soli fondi del Comune, senza intervento degli enti superiori. Il nostro Comune non è, infatti, rientrato nella lista dei municipi da finanziare per migliorìe sismiche degli edifici pubblici per carenza della documentazione presentata dalla precedente Amministrazione. I lavori saranno avviati il più presto possibile, non appena saremo in possesso di tutte le autorizzazioni, in modo da completarli per l’avvio del prossimo anno scolastico”.

Diverso il discorso, invece, per la Scuola Elementare Santa Barbara per la quale l’amministrazione dispone già degli atti di collaudo. “Nonostante ciò – continua il sindaco – abbiamo deciso di effettuare ulteriori indagini e verifiche sismiche. Effettueremo, inoltre, una ricognizione precisa, puntuale ed esaustiva delle infrastrutture e degli immobili comunali che necessiterebbero, ovvero che necessitano, di interventi di consolidamento statico e strutturale. A tal fine la giunta nei giorni precedenti ha stanziato con una variazione di bilancio oltre 100.000 euro”.




Lascia un commento