fbpx

Riflessioni su Sabina Santilli, un esempio di incoraggiamento

San Benedetto dei MarsiLoda Santilli, sorella di Sabina Santilli, fondatrice della Lega del Filo d’Oro, vuole condividere con i lettori di Terre Marsicane una riflessione sulla vita e le opere di sua sorella.

“La tua personalità, Sabina, ci fa capire tutto ciò che sei riuscita a fare e la grande ricchezza delle tue opere, ciò che una persona normale e altamente professionale non sarebbe stata capace di fare.

Grazie alla tua “lungimirante saggezza”, “alla forza di espressione”, alla forza di volontà granitica, la grande passione per lo studio e per la ricerca, sei riuscita ad avere tutto ciò che la meningite ti aveva tolto. Tu, con acerrimi sforzi e con lo studio, hai ripreso l’integro contatto col mondo esterno, altro che DISABILITA’!

Completamente autonoma, ti è servito solo un braccio per le lunghe passeggiate nelle strade della Corda e quelle del Fucino, ecco perché la tua attività ha prodotto tanto frutto. Tornata, da giovanissima, alla vita normale, hai consolata per 12 anni la mamma Elisa che ti ha vista tornare nella pienezza della vita fino alla sua morte, al 46esimo anno di età.

E noi che non siamo cieco-sordi ci scoraggiamo anche per futili motivi! Pensiamo alla tua grandissima opera della Lega del Filo d’Oro, dove i ciechi vedono e i sordi sentono perché rieducati con l’amore e con la complessa metodologia, riportandoli a una vita pressoché normale, con grande gioia dei loro genitori. Grazi Sabina, ci sai confortare”.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend