“Ridammi la playstation”. E arriva il padre col fucile



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Magliano de’ Marsi. Notte movimentata a Rosciolo, piccola località di Magliano de’ Marsi. Padre e figlio sono stati denunciati dai carabinieri per il reato di minaccia aggravata.

Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, sembra che intorno a mezzanotte un 28enne di Avezzano sia andato a Rosciolo, accompagnato da alcuni amici, a casa di un V.V., 21enne del posto, al quale aveva già da tempo prestato una playstation.

L’avezzanese, che ha poi presentato denuncia dai carabinieri, ha “preteso” dal 21enne la restituzione della Playstation, considerato che già da molto tempo la stava chiedendo indietro. Davanti al rifiuto di V.V. si sono scaldati gli animi fino a quando non è uscito dalla casa il padre del 21enne, C.V., 58enne, con un fucile tra le mani.

A quel punto l’avezzanese temendo per sé e i suoi amici ha chiesto l’intervento dei militari dell’Arma. Provvidenziale l’arrivo immediato dei carabinieri che ha impedito che qualcosa di più grave potesse accadere.

I carabinieri hanno sequestrato subito l'”arma” e dalle verifiche è risultato poi essere un fucile ad aria compressa di una portata per cui però la vendita è ritenuta libera e quindi poteva essere detenuto in casa. fatto sta, però, che il 58enne lo ha utilizzato per minacciare l’avezzanese e per questo è da considerarsi che comunque lo ha utilizzato per compiere un reato.

I carabinieri al comando del maresciallo Gabriele Di Giosia hanno portato i testimoni in caserma e avviato un’indagine. Le tre persone coinvolte hanno già numerosi precedenti penali.

Il 21enne e suo padre sono stati denunciati per minaccia aggravata.

 




Lascia un commento