venerdì, 5 , Marzo

In ricordo di Tonino Durante un bellissimo quadro con sassi dipinti a mano

“Su questa alta cima ora affilerò i cuori feriti lasciati laggiù”

Prima pagina

Obiettivo centrato: è storia in materia di assistenza scolastica educativa per i Comuni appartenenti alla Comunità Montana

Marsica – L’assistenza educativa scolastica è un diritto fondamentale dello studente con disabilità, un diritto che però spesso non viene garantito nella sua interezza.

A meno di un mese dall’inizio dell’anno scolastico 2020/2021, nel territorio della Comunità Montana gli alunni con disabilità, e le loro famiglie, si sono trovati di fronte ad un’importante svolta in riferimento all’offerta formativa scolastica.

A riguardo è intervenuta Monica Carducci, Presidente dell’AIPD Marsica.

Sono anni che ho intrapreso la battaglia, supportata da tante altre mamme  di ragazzi con disabilità, affinché le ore di assistenza educativa all’interno delle scuole per ragazzi con disabilità fossero aumentate” dichiara Carduccipurtroppo non sempre si è riusciti ad ottenere tutte le ore necessarie ai ragazzi perché i fondi a disposizione sembravano non essere mai sufficienti”.

Quest’anno c’è stata una svolta. Durante il lockdown il servizio di assistenza educativa non è stato a disposizione delle persone con disabilità ma grazie alla preziosa collaborazione del Commissario della Comunità Montana Gianluca De Angelis, della Responsabile del Servizio Sociale Sabrina Frezza e di tutto il personale della Comunità Montana, finalmente si è arrivati a poter offrire la possibilità a questi ragazzi di ricevere assistenza educativa scolastica per tutte le ore necessarie come previsto nei PEI. Le somme destinate al servizio di assistenza educativa scolastica, che non sono state utilizzate nel periodo del lockdown, sono state reintrodotte nel sistema e destinate a coprire tutte le ore di assistenza educativa scolastica per l’anno scolastico 2020/2021” ci confida con entusiasmo il Presidente.

E’ davvero un passaggio storico e confido che nel fatto anche per il prossimo anno si possa mantenere questo standard, piuttosto che fare tagli su servizi tanto importanti per gli alunni con disabilità. Mi auguro che questo atteggiamento mostrato dalla Comunità Montana possa essere preso come esempio anche nel Comune di Avezzano dove, ad oggi, ci sono ancora tanti ragazzi che non hanno ore di assistenza scolastica sufficienti per poter garantire la serenità dello svolgimento delle lezioni sia all’alunno con disabilità sia alla classe” conclude Carducci.

Ultim'ora