Non si ferma all’alt dei carabinieri. Scattano le manette



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello. A bordo di una BMW non si è fermato all’alt dei carabinieri al posto di controllo ed è fuggito.

Dopo un chilometro di manovre azzardate e pericolose in pieno centro cittadino, è riuscito a seminare l’auto dei militari che invece ha sbandato ed è andata a sbattere.

Prima della collisione i carabinieri sono però riusciti a prendere la targa della BMW e a chiedere rinforzi. Le ricerche del fuggitivo sono durate circa un’ora e hanno impegnato le pattuglie della Compagnia di Tagliacozzo e Avezzano. I militari hanno sorpreso il 29enne mentre camminava in zona Cese di Avezzano, dopo aver nascosto l’auto in un campo, e lo hanno bloccato. Per Daniel Andreozzi, residente a Capistrello, sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo guidava nonostante nel luglio 2015 gli fosse stata ritirata la patente. La sua auto è stata invece sequestrata.

Uno dei militari ha subito delle lesioni a causa dell’impatto ed è stato curato all’ospedale di Avezzano per contusioni e distorsioni varie. L’autovettura militare ha invece subito danni ingenti.

Del caso si occuperà il pubblico ministero Roberto Savelli e l’arrestato, sottoposto ai domiciliari, comparirà lunedì in Tribunale.




Lascia un commento