Materiale esplosivo nel locale, licenza sospesa



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – Un normale controllo in un esercizio commerciale aveva riservato sorprese…esplosive per i Carabinieri della compagnia di Tagliacozzo, sfociando in una situazione più che spinosa per i militari.
Nel novembre dello scorso anno i carabinieri  della compagnia di Tagliacozzo, coordinati dal capitano Commandè –  durante un controllo specifico nei bar e nei pub della zona del Carseolano – grazie al cane del Nucleo Cinofili di Chieti, scoprirono,all’interno del magazzino di uno dei locali controllati, un artificio pirotecnico di IV categoria, contenente 142 grammi di sostanza esplodente e un manufatto contenente 142 grammi di principi attivi esplodenti.

Successivamente furono controllati gli avventori e il perimetro esterno del locale, dove fu trovata della droga. Durante l’attività dei carabinieri, il padre dei gestori del locale aveva aizzato i frequentatori del bar. alcuni dei quali pregiudicati, contro i militari operanti,  turbando l’ordine pubblico, ristabilito solo con l’arrivo di altre pattuglie di militari. Tenuto conto che la detenzione di materiale che può esplodere non è consentita negli esercizi commerciali e che, in questo caso, non c’era personale addetto al loro maneggiamento, il Questore ha disposto la chiusura del locale per sette giorni.




Lascia un commento