La città apre le porte per la Fiera della Pietraquaria. Taglio dei costi per i commercianti e vigilanza straordinaria



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Tutto pronto in città per la “Fiera della Pietraquaria”, in programma dalle 8 alle 20 di martedì, 25 aprile. La tradizionale kermesse, che richiama migliaia di visitatori da tutta la Marsica e non solo, quest’anno si avvia al taglio del nastro già accompagnata dalla soddisfazione di organizzatori e commercianti. In crescita, infatti, la richiesta da parte degli espositori, sostenuta dalla decisione degli amministratori di tagliare la “quota di partecipazione” che, insieme all’ordinaria Tosap, gravava in modo significativo sui venditori. La misura a sostegno dei commercianti è stata decisa in considerazione delle difficoltà che il settore affronta in questo periodo, ed è stata confermata anche per la prossima fiera di Santo Stefano.

“Ho incontrato i commercianti e ho raccolto le loro istanze, subito recepite dal sindaco Giovanni Di Pangrazio, in linea con l’azione di supporto costante al settore che l’amministrazione porta avanti, malgrado i limiti imposti agli enti”, ha sottolineato l’assessore Fabiana Marianella, “ La macchina comunale si è messa in moto per accogliere nel migliore dei modi le migliaia di visitatori e assicurare il regolare svolgimento della Fiera, tra gli appuntamenti più cari a tutti noi avezzanesi. L’augurio è che sia una giornata di bella partecipazione per i cittadini e fruttuosa per gli esercenti”.
Nella splendida cornice del centro cittadino, oltre alle tradizionali ‘vetrine’ delle diverse merci e dell’artigianato, vi sarà il mercatino delle tipicità enogastronomiche e in piazza Risorgimento, trasformata già da qualche giorno in un giardino diffuso con il “Villaggio dei fiori”, l’area dedicata ai giochi per i più piccoli. Gli allestimenti degli espositori saranno lungo via Mazzini, via Corradini, via Diaz, corso della Libertà , via Nazario Sauro, via Marconi, via Trento, via Trieste, via Cataldi, in tutte le adiacenze, in piazza della Repubblica e piazza Risorgimento. Massimo riguardo anche per la sicurezza: quintuplicati i turni di servizio, grazie al progetto finanziato dall’amministrazione da cinque anni e che, sulla base di adesioni volontarie, vedrà in campo 18 tra agenti e ufficiali, impegnati in turni di 13 ore, per la tranquillità dei visitatori e degli espositori.




Lascia un commento