Imminente peggioramento del tempo sulla Marsica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Dopo un lungo periodo di stabilità atmosferica, dominato anche dalle correnti fredde e secche nord-orientali e, al loro cessare, dalle gelate notturne, tra lunedì e martedì di questa settimana, una perturbazione di matrice afro-mediterranea, darà luogo a un repentino peggioramento delle condizioni meteorologiche, in intensificazione sulla Sardegna, ove probabilmente il tempo atmosferico cambierà molto prima. L’intensa perturbazione si sposterà verso est/sud-est, sotto la spinta di tese correnti di Scirocco e di Libeccio dovute al dislivello barico e sarà consenziente nel favorire annuvolamenti e rovesci di pioggia soprattutto sul nostro territorio marsicano e sul resto dell’entroterra abruzzese.

Il vortice ciclonico o depressionario denominato “ciclogenesi mediterranea”, proprio perché ha origine o irrobustimento sul Mare Nostrum, richiamerà aria moderatamente fredda dalle aree balcaniche mediante la rotazione antioraria nel nostro emisfero: in effetti, negli ultimi tempi, stanno avvenendo massicce irruzioni d’aria molto fredda di origine artica sull’Europa orientale, in grado di non invadere l’Italia per via della precedente presenza dell’alta pressione. I venti freddi da nord-est si incontreranno con gli umidi e miti venti di Scirocco e di Libeccio, favorendo, tra martedì e mercoledì, copiose nevicate fino a bassa quota sulle Alpi e rovesci di neve anche sull’Appennino settentrionale e centrale, localmente fino a quote medio-basse. Dunque, dopo un periodo dicembrino così siccitoso, su gran parte dell’Italia e soprattutto sul nostro territorio marsicano, tornerà a piovere, localmente anche forte o a carattere di rovescio o temporale. La ventilazioni sarà abbastanza forte sui nostri mari meridionali e la perturbazione bersaglierà specialmente il Sud Italia, attraverso rovesci temporaleschi la cui intensità è troppo presto da valutare, ma potrei dirvi che ci sono buone probabilità che possano assumere localmente entità di nubifragio/alluvione. Data la complessità di tale imminente e rapido cambiamento del tempo, torneremo ad analizzare più volte questo scenario meteorologico, nei prossimi aggiornamenti.




Lascia un commento