Il Panathlon organizza il convegno “Sport, salute e legalità” e porta ad Avezzano i due olimpionici Ylenia Scapin e Fabrizio Donato



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Giovedì 09 maggio si è tenuto, presso la sala “Picchi” di Palazzo Torlonia, un importante dibattito dal titolo “Sport, salute e legalità” organizzato dal Panathlon International Club di Avezzano con l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo.

Il convegno ha avuto inizio con l’intervento dell’Assessore Comunale all’Ambiente l’Avv. Cresenzo Presutti, portavoce del Sindaco di Avezzano, e della Prof.ssa Emi Di Stefano, Presidente del Panathlon Club di Avezzano, che ha voluto ringraziare i presenti ed in particolare il Generale Parrinello (Comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle) e i due atleti olimpionici Ylenia Scapin e Fabrizio Donato.

L’associazione da me presieduta” ha poi continuato la Prof.ssa Di Stefanosi interessa dei valori dello sport, della cultura e dell’etica dello sport. Lo sport è il mezzo di diffusione di alti valori come la tolleranza, la solidarietà e la pace tra i popoli. E tutto questo può essere racchiuso in una sola parola, il cd. Fair Play, cioè il gioco corretto che rappresenta l’anima dello sport. Oggi il rispetto è la parola dominante di questa giornata ed è l’espressione che identifica lo sport più di ogni altra. Il Fair Play è il rispetto delle regole condiviso e soprattutto è un modo di essere e di pensare che si traspone anche nella vita quotidiana”.

Sono intervenuti poi il Generale B. Vincenzo Parrinello (Comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle) che ha sottolineato l’importanza dello sport e l’impegno delle Fiamme Gialle verso l’attività giovanile. “Sono molto fiero che le Fiamme Gialle, ormai da qualche anno, interpretano un nuovo modello di gruppo sportivo militare” afferma il Generale “un modello che non è rivolto solo all’attività agonistica di alto livello ma è un modello che rivolge particolare attenzione ai giovani anche attraverso le scuole. Riteniamo importante parlare con i ragazzi. Noi del mondo dello sport abbiamo il dovere di utilizzare lo sport per cercare di aiutare i giovani a crescere nel miglior modo possibile. Lo sport ha questa grande capacità e rappresenta l’inizio del rispetto della legalità.

Sono intervenuti successivamente il Dott. Giulio Del Gusto (Direttore Unità Operativa di Medicina e Cardiologia dello sport ASL Avezzano Sulmona L’Aquila) che ha evidenziato come lo sport, e l’attività fisica in generale, sia una vera e propria medicina da gestire con consapevolezza, e il Dott. Carmine Orlandi (Biologo Nutrizionista Docente Scienza dell’Alimentazione Scuola dello Sport Coni) che ha parlato dell’alimentazione e delle abitudini alimentari corrette per chi fa sport.

Infine sono intervenuti i due atleti Ylenia Scapin (Olimpionica del Judo) e Fabrizio Donato (Olimpionico del salto triplo) che hanno incantato la platea con i loro racconti sulle conquiste sportive raggiunte, sulle sconfitte subìte e sui sacrifici che hanno dovuto affrontare per arrivare a salire sui podi più alti delle competizioni.

Un momento importante della mattinata è stata poi la premiazione da parte del Panathlon Club di Avezzano dei giovani studenti marsicani, segnalati dalle istituzioni scolastiche di Avezzano, che si sono distinti nello sport e la consegna delle targhe ai relatori.

Moderatore dell’incontro Goffredo Taddei.

Gli studenti premiati:

Cesidio Di Girolamo, Claudio Fedele, Leonardo Maceroni e Mario Lisciani (Istituto d’istruzione Superiore “Arrigo Serpieri” Avezzano); Eliana Anniballi, Alessia Novelli e Francesca Carolli (Liceo Scientifico Sportivo “M. Vitruvio P.” Avezzano); Mirko De Paolis, Stefano Sorgi e Elisabetta Bisegna (Liceo Scientifico Statale “M. Vitruvio P.” Avezzano); Luca Mozetti, Manuel Cancelli, Carola Tacchetti e Claudia Ruscio (Liceo Statale “B. Croce” Avezzano); Lorenzo Mancinelli, Piero D’Eramo, Fabio Cerasoli e Koba Tsverava (Istituto Istruzione Superiore “Galileo Galilei” Avezzano); Matteo Fina, Matteo Iulianella, Uladyslav Campoli, Myriam El Mekki e Ayoub Haraka (Istituto Istruzione Superiore “Ettore Majorana” Avezzano).