Il Comune di Capistrello chiamato nuovamente a restituire 635 mila euro di finanziamenti 



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – 635 mila euro di finanziamenti pubblici pronti a tornare nelle casse dello stato. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha di nuovo sollecitato il Comune di Capistrello alla restituzione, entro 90 giorni, dei fondi erogati nel lontano 2006. Tale contributo doveva essere così ripartito: 400.000 euro per ristrutturazione fabbricato da destinare a centro socio ricreativo, 120.000 per intervento di sistemazione viabilità strade e marciapiedi e completamento impianti sportivi comunali, 90.000 per acquisizione restauro e informatizzazione di immobile nel centro storico per realizzazione della biblioteca comunale, 25.000 per la realizzazione di un parco “Avventura” in località Piani della Renga.

La vicenda è stata al centro del dibattito politico degli ultimi anni poiché, già nel dicembre del 2014, il Ministero aveva richiesto, all’allora Amministrazione Lusi, la restituzione delle suddette somme. Ad oggi, a più di un anno di distanza, ogni iniziativa volta a tutelare l’Ente si è rivelata inutile: il Ministero non transige e chiede nuovamente la restituzione, per mancato utilizzo, di quei fondi. Un grave danno per la collettività che dovrà fare a meno di ingenti finanziamenti e con essi della possibilità di vedere realizzate importanti opere pubbliche.




Lascia un commento