I parcheggi all’ospedale di Avezzano tra altruismo e disagi quotidiani



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
Avezzano – Capita spesso, attraverso i social oppure in televisione, di essere invitati ad un gesto altruistico per il prossimo: la donazione di sangue; un gesto che spesso salva una vita!!!
L’associazione che si occupa dei “donatori di sangue”, diffusa capillarmente nei comuni è l’Avis, associazione che accoglie e assiste i donatori di sangue anche presso le sedi dove effettuare la donazione; una di queste è il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Avezzano.
Quando ci si reca in ospedale per effettuare la donazione è possibile entrare nel parcheggio, normalmente utilizzato dai dipendenti, e posteggiare la propria auto in alcuni punti “riservati” ai donatori nei pressi del’accesso al Centro Trasfusionale.
Non sempre però questi posti possono essere usati dai donatori perchè, vuoi per la vicinanza ai locali dove i dipendenti possono indossare la divisa, vuoi per i posti all’ombra nel periodo estivo, questi sono sempre occupati e non sempre è sufficiente segnalare il disservizio.
Gli spazi interni all’ospedale sono di competenza della Direzione del presidio che  invia il personale addetto alla vigilanza a verificare, ma anche quest’ultimo non può nulla nei confronti della mancanza di senso civico e può solo prendere atto del disservizio; l’unico spazio dove possono intervenire gli agenti della Polizia Locale sono quelli adiacenti al pronto soccorso.
Gli utenti, anche aiutati dall’Avis, possono rivolgersi e segnalare i disservizi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp), ufficio destinato a raccogliere e cercare di mediare nella soluzione delle difficoltà quotidiane affrontate nelle strutture della ASL.



Lascia un commento