Grande successo per il primo spettacolo di Festiv’Alba 2017: sold out per la musica rinascimentale de La Vaghezza



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alba Fucens. Partenza col botto per Festiv’Alba 2017 che ieri, 9 luglio, ha inaugurato la sua prima edizione con il concerto di musica strumentale del ‘600 italiano “Se l’aura spira”, all’interno della suggestiva cornice della Chiesa di San Pietro.

Ricco il repertorio rinascimentale che ha portato in scena il gruppo La Vaghezza dinanzi ai 120 spettatori che con la loro presenza continuano a dare fiducia all’Harmonia Novissima e Massimo Coccia, organizzatori di questa prima edizione.   I giovani musicisti, durante le quasi due ore di spettacolo, hanno rievocato un periodo storico particolare che, a volte, soprattutto in ambito musicale, viene dimenticato. L’ensemble La Vaghezza è nata nel 2015 dall’incontro delle tre musiciste ad arco Mayah Kadish, Victoria Melik e Anastasia Baraviera, ma nel giro di pochi mesi ha raggiunto l’attuale formazione comprendendo anche Marco Crosetto al clavicembalo e Gianluca Geremia al liuto, ottenendo prestigiosi riconoscimenti come il primo premio al Concorso di Musica Antica “Maurizio Pratola” ed esibendosi in diverse città europee e italiane. Gli artisti, durante lo spettacolo, hanno tenuto alta l’attenzione degli spettatori e hanno raccontato la musica del ‘600 anche nel suo stile a tratti bizzarro, a tratti improvvisato e imprevedibile, il tutto adornato da una evidente e piacevole armonia con gli strumenti, protagonisti del cambiamento musicale durante il XVII secolo.

Sono 12 gli eventi che fino al 10 agosto il sito archeologico di Alba Fucens ospiterà, tra concerti di musica classica all’interno del gioiello d’arte della Chiesa di San Pietro, serate di Cinema Italiano ed eventi di musica jazz e contemporanea con Diane Schuur, Beatlestory e Angelo Branduardi all’interno dello stesso anfiteatro romano. Harmonia Novissima ha inteso allestire un vero e proprio festival che, coinvolgendo artisti illustri ed internazionali,  ha l’obiettivo di valorizzare una perla del territorio, destinata a divenire uno straordinario ed attrattivo polo di turismo culturale.

L’appuntamento è per domenica 16 luglio con Masha Diatchenko, violinista che porterà in scena la musica di Bach e Paganini .

PREVENDITE: PUNTO INFORMATIVO, C.so della libertà, Avezzano
Dal 26 aprile: nei gg. lun-merc-ven ore 18-19,30
Biglietti Online: www.diyticket.it

Foto di Marco Di Gennaro




Lascia un commento