Emergenza Covid-19 a Castellafiume, il Sindaco dispone misure più restrittive



Castellafiume – Con l’ordinanza n. 10/2020, il Sindaco di Castellafiume, Giuseppina Perozzi, ha stabilito l’applicazione, per tutto il territorio comunale, a decorrere dal giorno 7 novembre 2020 e sino al giorno 16 novembre 2020, misure di contenimento più stringenti. L’emergenza Covid-19 nel paese marsicano si è fatto molto allarmante, al momento i contagiati sono 30. Nello specifico, il dispositivo sindacale dispone:

A. sono espressamente raccomandati solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute; è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità; è fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus; è fatto assoluto divieto di mobilità dalla propria abitazione per soggetti che presentino sintomi influenzali;
B. è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
C. è vietato l’accesso del pubblico alle aree gioco, ai giardini pubblici, all’area del Campo Sportivo comunale, al cimitero comunale.
D. non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa con persone non conviventi all’aperto; è però consentito svolgere attività motoria individualmente, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno due metri da ogni altra persona;
E. sono sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
F. sono sospese le cerimonie civili e le cerimonie religiose, ivi comprese quelle funebri. Nel caso di funerali sono vietati i cortei e gli stessi si svolgeranno in forma strettamente privata con benedizione della salma all’aperto;
G. di prolungare la chiusura della scuola disposta dall’Ordinanza Sindacale n. 8 del 04/11/2020 fino al 16 Novembre 2020;
H. sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità; sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari; restano aperte l’edicola, il tabaccaio, la farmacia, il ferramenta; deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro e l’ingresso con la mascherina;
I. è consentito per le attività di ristorazione il servizio da asporto e a domicilio, dalle ore 07:00 e fino alle ore 22.00, con prenotazione telefonica e ritiro programmato dei pasti al fine di evitare assembramenti;
J. sono sospese le attività inerenti servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) ad eccezione dei servizi di pompe funebri;
K. gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa ai sensi della presente ordinanza sono tenuti ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni.

La decisione di imporre misure così restrittive si deve alla registrazione, nel territorio di Castellafiume, di un rilevante numero di contagi da Covid-19 che persiste ed è in progressivo aumento. “Allo stato” si legge nel corpus dell’ordinanza “sussiste l’urgenza di tutelare con tempestività la salute della popolazione, vista la situazione eccezionale e straordinaria dell’emergenza sanitaria in atto, suscettibile di evoluzione negativa“.