D’Alfonso boccia i finanziamenti alla Settimana Marsicana, all’Ovindoli mountain festival e a Lungo le antiche rue



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano. La Regione o meglio, l’assessorato alle Politiche culturali che fa capo al presidente Luciano D’Alfonso, ha bocciato la Settimana Marsicana organizzata al palazzo di Avezzano, che un tempo ospitava gli uffici dell’Arssa.

La manifestazione, per cui il Comune di Avezzano aveva chiesto il riconoscimento tra i Grandi Eventi per avere un finanziamento regionale, non ha “le caratteristiche” necessarie per essere ritenuta tale e per questo, non arriveranno soldi per pagare le spese previste per il 2016.

Si tratta di un evento organizzato ad agosto per cui il Comune ha speso circa 20mila euro. A cui vanno aggiunti 9.700 euro che sono andati invece al tenore Aleandro Mariani (il cui concerto fu spostato poi al Castello Orsini per via della pioggia), anche proprietario della testata giornalistica Marsicanews, per cui fu fatta una delibera a parte.

Oltre alla Settimana Marsicana, sponsorizzata anche dal presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, fratello del sindaco di Avezzano, il quale dall’inizio della sua presidenza ha sempre puntato sulla riqualificazione del parco Arssa, D’Alfonso ha bocciato anche il Festival della Montagna, l’Ovindoli Mountain festival e la manifestazione rovetana, Lungo Le Antiche Rue, proposta dalla pro loco di Civitella Roveto, per cui si è “battuto” anche il vice sindaco Pierluigi Oddi.

Sono state dichiarate, invece, inammissibili secondo l’articolo 3 comma 3 reg. 2/2014: l’XI premio Internazionale proposto dall’associazione Centro studi D’Angiò, il Kimera rock “Week end del Castello”, proposto dal Comune di Celano, il festival di Mezza estate anno 2016 (XXXII edizione), proposto dal Comune di Tagliacozzo e il progetto “Insegnare agli studenti sordi” dell’associazione di promozione culturale “I Girasoli”.

Arrivano i fondi, invece, dal consiglio regionale, per altre associazioni organizzatrici di eventi.

In ordine di graduatoria (ci sono solo le marsicane):

5) Associazione Cuscino di Stelle di Pereto – Concerto internazionale di pianoforte Piana del Cavaliere in memoriam Pietro Iadeluca (1.660 euro), 7) Associazione culturale Arteficio di Luco dei Marsi – Rassegna i Suoni dell’Arta (3.040 euro), 8) Associazione Asd Cultura e Motori Avezzano – 4°  Circuito di Avezzano, Gran Tour Parco nazionale d’Abruzzo (5mila euro), 11) Associazione culturale Giano – Il Canto lacerato (2.040 euro), 14) Coro Folk Rio Roccavivi – Festival internazionale del folklore XXVI edizione (3.616 euro), 15) Associazione Harmonia Novissima – Concerto di Natale, premio alla carriera Anna Luce 17esima edizione (5mila euro), 44) Comune di Aielli – Mostra I Letti d’osso (559,69 euro).

Per concludere viene riconosciuta come Grande Evento, finanziato dall’assessorato di D’Alfonso, la manifestazione Inquadrando paesaggi, Percorsi d’arte lunghi un secolo, proposta dal Comune di Civita d’Antino, a cui vanno 2mila euro e non 143.814,02 euro come scritto precedentemente.

Sull’esclusione della Settimana Marsicana interviene il consigliere comunale di minoranza Stefano Chichiarelli: “Rimango stupito dell’esclusione della settimana marsicana dal cofinanziamento regionale previsto dalla L.R. 55/16 in quanto non considerata grande evento! A questo punto è evidente che tutti i soldi spesi dal Comune di Avezzano sono stati erogati a fondo perduto. Preso atto di ciò, però, il quesito sorge spontaneo, chi ha curato la domanda di accesso al cofinanziamento regionale per conto del Comune, non sapeva e non aveva visto quali erano i requisiti richiesti dalla norma?”.

 

 




Leggi anche

Lascia un commento