Dà di matto e si barrica in casa, carabinieri e pompieri fanno irruzione e lo salvano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Paura e qualche disagio per una mezza giornata, ieri, non lontano da piazza Cavour. I residenti hanno allertato i sanitari del 118 e i carabinieri dopo che per una mattinata intera hanno sentito le grida di un uomo che non voleva essere avvicinato da nessuno.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, pare che l’uomo, argentino da pochi mesi in Italia, avesse abusato di alcol e droga. La circostanza è stata smentita successivamente, così come riportato nell’aggiornamento delle 20, che segue.

Ha iniziato a gridare e a dare di matto, richiamando l’attenzione non solo dei residenti dello stesso stabile ma anche di alcuni passanti.

Quando qualcuno ha provato a suonare a casa per chiedere se poteva essere in qualche modo d’aiuto, l’uomo ha peggiorato la situazione. A quanto pare si è anche ferito.

A quel punto i residenti hanno chiamato 118 e 112.

Sul posto sono arrivati immediatamente anche i vigili del fuoco che hanno aperto l’abitazione permettendo ai carabinieri di entrare. Pare che i militari lo abbiano trovato nudo e ferito. Alla vista delle divise si è calmato e si è fatto accompagnare fuori. Con l’intervento dei sanitari, poi, è stato messo in sicurezza. Trasportato in pronto soccorso per le prime cure è stato poi trasferito a L’Aquila.

AGGIORNAMENTO DELLE 20

Migliorano le condizioni del ragazzo ricoverato all’Aquila ieri pomeriggio. Il suo datore di lavoro ha contattato il direttore del giornale e ha chiarito che: Si tratta di un bravo ragazzo che ha avuto un malore, un disagio. Non era drogato e non era ubriaco. Ha avuto solo un momento di difficoltà e aspettiamo tutti che esca dall’ospedale e che recuperi subito le sue condizioni di salute.

 




Lascia un commento