Crab, il sindaco De Angelis a D’Alfonso: “Subito un istituto regionale così da accedere ai fondi europei”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano.Un incontro urgente per definire un contributo straordinario per il risanamento del CRAB, che consenta all’importante ente strumentale della Regione Abruzzo di ripristinare la normale gestione operativa, a partire dal pagamento del personale, che non percepisce lo stipendio da 13 mensilità”.

È quanto ha chiesto il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, al presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.

“Il CRAB è allo stremo – sottolinea il sindaco – e il percorso delineato nella legge n. 4 del 2009, finalizzato alla razionalizzazione degli enti di ricerca attraverso l’istituzione di un Istituto regionale controllato dalla Regione Abruzzo, procede a rilento, minando la concreta operatività del centro. Il CRAB ha le potenzialità per tornare a essere il partner scientifico che per anni ha garantito alle imprese una preziosa attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Per uscire da questa situazione – conclude il sindaco – è inderogabile accelerare il processo di istituzione dell’Istituto, affinché possa beneficiare dello stanziamento in bilancio di un fondo di dotazione che permetta a tutti gli enti di ricerca regionali e in particolar modo al CRAB di accedere, con cofinanziamento, a quei bandi e concorsi europei cui oggi, in costanza di procedura liquidatoria, gli sono preclusi”.




Lascia un commento