Crab, dipendenti senza stipendi da 14 mesi, la Cgil: “I soldi sono stati stanziati ma non arrivano e i politici stanno a guardare”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. “Lo scorso luglio 2016 il Consiglio Regionale ha stanziato 1 milione di euro da destinare ai centri di ricerca CRAB, COTIR e CRIVEA che, secondo le dichiarazioni dell’assessorato all’Agricoltura nelle persone di Dino Pepe e Lorenzo Berardinetti doveva essere impiegato” per saldare gli stipendi arretrati dei dipendenti.” Quello che poteva essere un sollievo per i lavoratori si è trasformato in un calvario, poiché a tutt’oggi, non è stata ancora erogata tale cifra. I dipendenti CRAB ora hanno un arretrato di 14 mensilità”.

A parlare è Larissa De Amicis, rappresentante sindacale aziendale della CGIL.

“Nonostante sia stato redatto un accordo con le rappresentanze sindacali, espressamente voluto dalla Regione, in cui si accolgono le richieste in termini di riduzione dei costi, con ulteriori sacrifici da parte dei lavoratori, l’Assessorato all’Agricoltura trova di nuovo scuse per non erogare la cifra spettante. I dipendenti ormai allo stremo prendono atto che, come al solito, il Governo Regionale non tiene fede agli impegni presi”, conclude De Amicis che parla a nome dei lavoratori, “e i politici locali, Giovanni Di Pangrazio sindaco del Comune di Avezzano nonché socio del CRAB e Giuseppe Di Pangrazio presidente del Consiglio Regionale, cosa fanno? Tacciono”.




Lascia un commento