Cappadocia, dimissioni di 4 consiglieri. Cade l’amministrazione comunale



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Cappadocia. Il vice sindaco Franco Pompei, il consigliere di maggioranza Sergio Felicissimo (da poco aveva preso il posto di Manuela Scopone), Franco Tocci e Luigi D’Innocenzo. Questi ultimi di opposizione.

Sono i quattro consiglieri comunali che oggi, alle 13.30, si sono presentati in Comune per protocollare le proprie dimissioni.

Una doccia fredda per il sindaco, Lucilla Lilli, che proprio oggi era impegnata nella frazione di Camporotondo per accogliere la ministra alla Salute Beatrice Lorenzin, che ha scelto il piccolo Comune a vocazione turistica, per una convention politica in cui all’inizio si vociferava dovesse arrivare anche Alfano.

Alla base del malcontento tra i consiglieri “dissidenti” e il sindaco ci sarebbero alcuni lavori pubblici che il sindaco Lilli si stava preparando ad avviare con l’accensione di mutui da diverse centinaia di migliaia di euro. Tra questi il rifacimento della piazza e la via che porta alla Trinità.

L’amministrazione Lilli era in carica dal 2012, quindi a maggio del 2017 ci sarebbero state le nuove elezioni.

Non trattandosi di una mozione di sfiducia ma di dimissioni protocollate dal Comune, il primo cittadino perde “in automatico” la maggioranza.




Lascia un commento