Calcio, ripresa dei campionati dilettantistici. Paris: “l’Avezzano calcio vuole la ripartenza”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Momenti trepidanti per i campionati di eccellenza che da tanto, troppo tempo attendono notizie in merito alle proprie sorti: venerdì 5 febbraio, a Roma, nella sede della FIGC si riunirà la LND con i comitati regionali proprio per definire le modalità di ripartenza dei campionati dilettantistici oppure il definitivo stop.

La Serie D ha proseguito la sua corsa senza interruzioni, mentre l’Eccellenza, strettamente legata al massimo campionato dilettantistico nazionale sia in termini di promozioni che retrocessioni, non scende in campo da ottobre.

Tra i primi step da definire, in caso di ripartenza, c’è quello riguardante il protocollo da seguire: in Eccellenza probabilmente saranno applicate le stesse regole valenti per la Serie D, ovvero test rapido 2-3 giorni prima della gara.

Per quanto riguarda il format da seguire per la ripartenza, le società abruzzesi di Eccellenza in videoconferenza con il Comitato Regionale Abruzzo, hanno optato per lo scenario due, con la conclusione del torneo al termine del girone d’andata e la promozione della prima classificata in Serie D.

L’Avezzano Calcio, in diverse note, ha sottolineato la voglia di tornare presto in campo, ovviamente con tutti gli accorgimenti e le prevenzioni necessarie. “L’Avezzano Calcio vuole la ripartenza. Speriamo nelle decisioni del governo e LND nei prossimi giorni. Saranno ore decisive per tutto il calcio dilettantistico, duramente attaccato da una sospensione iniziale che probabilmente poteva e doveva essere evitata almeno e solo per il campionato di Eccellenza, equiparato o da equiparare alla serie D. Incrociamo le dita” – queste le parole del patron Paris, motivato a completare questa stagione iniziata molto positivamente.