Cagnolina “Legata e uccisa a bastonate”, Lega Marsica: “L’episodio non può e non deve lasciare indifferenti”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Luco dei Marsi L’episodio accaduto a Luco dei Marsi non può e non deve lasciare indifferenti tuonano Francesca Leone e Gigliola Di Domenico, membri del dipartimento regionale Lega Salvini Premier per la Tutela e il Benessere degli animali. Ieri una cagnolina “uccisa a bastonate”, è stata ritrovata legata ad un albero, come riportato da Terremarsicane. “Ci ritroviamo oggi ad inorridire davanti all’ennesimo atto di barbarie, che troppo ha il sapore di inciviltà e troppo si discosta dal concetto di società civile”.

” La tortura, continuano, che ha subito quel povero essere vivente, e il suo feto, oltre alla presa d’atto di una follìa pericolosa presente nel nostro territorio, deve farci riflettere ed indurci a prendere misure pronte e concrete. Di questo abbiamo a lungo discusso con la nostra Coordinatrice Regionale di Dipartimento Gloria Verratti, ed è chiaro che il problema va oltre la sfera in sé, e si allarga ad una problematicità sistemica sociale che certamente non può essere risolta in tempi brevi”
“Occorre, quindi un inasprimento delle pene che non faccia più sconti a nessuno e ci faremo portavoce di questa istanza a tutti i livelli ed in maniera corale anche a livello regionale. Invitiamo inoltre tutti i proprietari a riflettere sull’importanza fondamentale della microchippatura che possa in qualche modo arginare l’allontanamento di questi animali dai loro ambienti dove sicuramente corrono meno rischio di imbattersi di questi oscuri figuri, che purtroppo girano liberamente per i nostri comuni” Concludono.

Nota stampa Dipartimento Lega Salvini Premier