Bambini dimenticati in auto, arriva dai nidi ai Comuni la proposta della procedura salva-vita



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Monica Pennazza, membro del Direttivo Regionale Gruppo Nidi e Infanzia – Abruzzo e coordinatrice del Nido d’infanzia Coccodrago di Avezzano e Magliano de’ Marsi, lancia una proposta salva-vita per tutelare i bimbi lasciati sui seggiolini delle auto.

La proposta, con oggetto “Condivisione di una procedura per i nidi e i servizi per l’infanzia”, è stata inviata ai sindaci di Avezzano e Magliano e ai settori sociali, competenti per materia.

“A seguito della tragedia consumata qualche giorno fa in provincia di Arezzo”, ha scritto Pennazza in una nota, “ho preso la forza di scrivere questa lettera affinché venga osservata da tutti i servizi educativi per la prima infanzia ricadenti nel comune di Avezzano, una procedura che potrebbe salvare la vita a qualche sfortunato bimbo o bimba.

Il Comune dovrebbe farsi portavoce di questa iniziativa ed invitare le educatrici a fare un semplice gesto.

Di norma in caso di assenza di un bimbo o bimba dal nido il genitore è tenuto ad avvisare il giorno prima oppure il giorno stesso dell’assenza, in caso di mancata comunicazione sarà l’educatrice o la coordinatrice a chiamare i genitori. Anche un solo piccolo gesto come una chiamata o un sms, potrebbe far accendere il ricordo del proprio figlio/a, e ricucire i pezzi mancanti di una vita troppo spesso piena di impegni e corse”.

foto dal web

 

 




Lascia un commento