Avezzano, Massimo Verrecchia (Ncd) e Fabio Ranieri (Gruppo misto): “ Smart city…Chi l’ha vista?”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Torna alla carica il coordinatore provinciale del Ncd Massimo Verrecchia che aggiorna la ‘libretta’ e presenta il conto al sindaco Giovanni Di Pangrazio.
Nel mirino di Massimo Verrecchia e Fabio Ranieri ( Gruppo misto), consigliere di minoranza al Comune di Avezzano, la “Smart city” vagheggiata nel progetto globale di Avezzano Città Nuova e perseguita tenacemente in particolare dall’ex assessore Gabriele De Angelis. Scopo del progetto, creare un sistema d’ area urbana tale da rendere Avezzano “ apripista in campo nazionale nel settore dei nuovi sistemi tecnologici” e faro per le smart cities future.

“Il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, dichiarò che: “a fine estate avvieremo il progetto Avezzano Smart City, già finanziato dal MIUR e con capofila la Spee, che permetterà di dotare la città di servizi avanzati a supporto dei cittadini e delle attività produttive”. Peccato che queste dichiarazioni sono state fatte il 10 maggio 2014 e di estati ne sono già passate due”. Lo affermano il coordinatore provinciale del Ncd, Massimo Verrecchia ed il consigliere comunale di opposizione, Fabio Ranieri ( Gruppo misto).

“Le uniche smart che si vedono ad Avezzano sono le automobili,- aggiungono ironicamente Massimo Verrecchia e Fabio Ranieri – ma non il progetto in questione che resta così inattuato senza che il Sindaco ne abbia mai dato pubblica giustificazione sui ritardi. Ritenevamo e riteniamo ancora – proseguono- che tale progetto sia valido per la città ma siamo convinti che i progetti ‘vinti’ vadano seguiti e monitorati e siccome riguardano l’interesse generale pubblico, la cittadinanza ha il dovere di conoscere lo stato d’arte soprattutto per una questione di serietà dopo aver creato aspettative da annunci fatti con scadenze ben precise. Interveniamo nuovamente, perché riteniamo fondamentale ricordare al sindaco Giovanni Di Pangrazio che gli impegni assunti pubblicamente con la cittadinanza vanno rispettati e,come in questo caso, sollecitati. La cittadinanza avezzanese in questo modo avrà una visione più chiara anche dell’atteggiamento silente di questa amministrazione”, concludono i due rappresentanti dell’opposizione.



Lascia un commento