Atletico Civitella: “Decisione della federazione vergognosa”

Civitella Roveto – Il Giudice Sportivo si è pronunciato in data odierna, 18 ottobre, riguardo il mancato incontro tra Atletico Civitella Roveto e L’Aquila, partita che non si è disputata per la mancanza di un impianto in cui giocare.

La decisione della Federazione è stata, a detta della società rovetana, “un qualcosa di vergognoso”.
Oltre alla sconfitta per 0 a 3 a tavolino e un punto di penalità in classifica infatti, l’Atletico si vede costretta a pagare una multa di 150,00€.

Il club ha subito espresso il suo dissenso in un comunicato dove si è lamentato di aver ricevuto un trattamento esageratamente punitivo dopo che, in settimana, c’erano state conversazioni rassicuranti con i vertici federali nelle quali si prospettava l’ipotesi di recuperare l’incontro nello stadio Gran Sasso di L’Aquila.
I dirigenti hanno dichiarato che avrebbero preferito perdere sul campo sudando e lottando per il paese e per la maglia.
“Oggi è stata presa l’ennesima decisione infame che condanna la nostra squadra e mette in luce l’incoerenza di quelle persone che dovrebbero garantire il regolare svolgimento di un campionato.
Siamo avviliti e sfiduciati per questa dimostrazione di incapacità da parte della federazione la quale, senza alcun rispetto, infanga il nome della nostra squadra, della nostra società e di un paese intero.
A questo punto la valutazione di ritirare la squadra dal torneo diventa obbligatoria e doverosa. “

Dopo svariati sforzi nella ricerca di un campo in cui disputare il match, spese per la messa in sicurezza del campo di Magliano, il Civitella ha dunque visto realizzarsi davanti ai propri occhi il peggior scenario possibile.

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend