Atleti e appassionati sul Monte Velino per l’appuntamento finale dell'”Abruzzo Vertical Cup”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Provincia – Carlo Colaianni con un tempo di 41 minuti e 31 secondi, ed Annalisa Cipollone, in 55 minuti e 49 secondi, sono stati i primi a raggiungere l’arrivo a quota di 2150 metri sul Monte Cafornia, confermandosi così per il secondo anno, primi classificati nel Vertical delle Aquile tenutosi oggi, mercoledì 1 novembre, sul massiccio del Monte Velino.

La competizione di “chilometro verticale” inserita nel circuito “Abruzzo Vertical CUP”, organizzata dalla Cooperativa Sherpa con il patrocinio della DMC Abruzzo Qualità, del Parco Naturale regionale Sirente Velino e della Riserva Naturale Orientata Monte Velino, con la collaborazione del Rifugio Casale da Monte sito a Forme di Massa d’Albe, da cui è partita la competizione, ha visto una grande partecipazione, non solo dei gareggianti, ma anche di appassionati e curiosi, che hanno atteso la fine della gara, nella splendida cornice del Monte Cafornia, partecipando numerosi ai laboratori di educazione ambientale e degustando i prodotti tipici locali.

La manifestazione, oltre a rappresentare un evento sportivo unico nel suo genere per la particolarità dell’ambiente in cui si è sviluppato e per la presenza dell’aquila reale e dei grifoni, che hanno accompagnato gli atleti durante la salita, mira a proporre il Massiccio del Monte Velino come una palestra all’aria aperta in cui poter svolgere attività fisica in piena libertà, attraverso itinerari adatti sia ad atleti, sia a coloro che, passeggiando lungo i sentieri, vogliano raggiungere alcune delle più affascinati vette del Parco.

Svolgendosi all’interno di un’area protetta di grande pregio naturalistico, ed in considerazione proprio della presenza dell’aquila reale che nidifica in questi territori, è stato scelto di limitare il numero dei partecipanti, nonostante le numerosissime richieste pervenute, riducendo ulteriormente l’impatto che l’evento poteva avere sull’ambiente.

Presenti durante la gara, a garanzia della sicurezza, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e dell’Associazione Emergency Team.

Nello spirito di promozione e valorizzazione del territorio, oltre a degli sconti offerti dallo sponsor “la Sportiva”, per l’acquisto di attrezzature, ai primi classificati, sono stati dati in premio prodotti tipici locali.

Il vertical delle Aquile è stata anche l’appuntamento finale del circuito Abruzzo vertical Cup – Trofeo La Sportiva coordinato da Live Your Mountain che ha visto nei 5 eventi, tutti svoltisi sulle vette dell’Appennino Centrale, la partecipazione dei tanti specialisti di questa disciplina provenienti dal centro Italia e non solo.




Lascia un commento