Alunna dell’Istituto Ettore Majorana premiata durante la cerimonia del Premio Asimov


Avezzano. Anche quest’anno, nella seconda edizione del Premio Asimov organizzato dal Gran Sasso Science Institute (GSSI) dell’Aquila, è stata premiata un’alunna dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Ettore Majorana” di Avezzano, Anastasia D’Anna della classe 4H. Infatti, con il compito di selezionare le migliori recensioni scritte dagli studenti, è stato costituito un comitato scientifico multidisciplinare di docenti, ricercatori, scrittori e giornalisti provenienti da importanti realtà scientifiche e culturali nazionali tra cui i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, l’Università dell’Aquila, l’Università di Cagliari, il CNR, Radio3Scienza e CICAP. Successivamente, nel corso della cerimonia che si è tenuta sabato 6 maggio presso il GSSI, il comitato scientifico del concorso ha premiato anche gli studenti – tre per libro, per un totale di 15 per Regione – che si sono distinti come autori delle migliori recensioni e che sono stati chiamati a presentare le cinque opere in gara.

Tra gli oltre 1400 studenti italiani, di 32 Istituti Superiori partecipanti all’iniziativa, provenienti da tre Regioni, Abruzzo, Puglia e Sardegna, la bravissima alunna del Majorana è stata premiata per la sua recensione sul libro Dall’infinito poetico all’infinito matematico di Giuseppe Zappalà (Aracne Editrice). Inoltre, a conferma delle sue indubbie e ormai riconosciute capacità, Anastasia D’Anna si è aggiudicata il prestigioso premio per il secondo anno consecutivo, unica tra tutti i partecipanti.

Hanno partecipato all’iniziativa anche alunni della 3A, 4A, 5A, 3F, 3H, 4H, 4M e 5R del Majorana, coordinati dalle prof.sse Roberta Bonaldi, Roberta De Federicis, Valentina Bisegna e Maria Cristina Tatti.

Asimov2Alla cerimonia di premiazione era presente anche l’autore del libro Dall’infinito poetico all’infinito matematico, prof. Giuseppe Zappalà, giunto da Catania per sostenere e incoraggiare l’importanza di un premio per l’editoria scientifica divulgativa. Alle 12.40, dopo aver assistito alla presentazione dei libri da parte dei giovani giurati/concorrenti premiati, c’è stato il collegamento con il prof. Roberto Burioni, autore del libro vincitore del premio Il vaccino non è un’opinione, e con le sedi di Lecce e Cagliari dove si stava svolgendo in simultanea analoga cerimonia conclusiva del Premio Asimov. Il prof. Burioni ha ringraziato per il premio ricevuto ed ha mostrato apprezzamento per l’importante riconoscimento soprattutto perché deciso da una giuria di giovani, ai quali si è rivolto direttamente nel video collegamento sottolineando l’importanza della conoscenza scientifica.

Apertura e chiusura della cerimonia sono state affidate al prof. Eugenio Coccia, rettore dal 2016 del GSSI che ha ringraziato alunni, insegnanti, dirigenti, il comitato scientifico e il prof. Francesco Vissani del GSSI, ideatore, coordinatore e vera anima del Premio.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Recuperati poco fa i corpi dei due alpinisti deceduti sul gran Sasso

Sono stati recuperati pochi minuti fa da parte del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese i corpi di due alpinisti precipitati sul Gran Sasso. Si tratta di due uomini, uno di ...


L’Abruzzo a Terra Madre in ricordo di quattro grandi pilastri del mondo rurale e della pastorizia

Il Gal Gran Sasso Velino e Marsica annunciano il “Premio nazionale della Pastorizia”, in memoria di Gregorio Rotolo, Giulio Petronio, Pierluigi Imperiale e Giovanni Cialone. L’Abruzzo ...

Addio alla maestra Simona, aveva solo 50anni

Avezzano – Cordoglio ad Avezzano per la prematura scomparsa della maestra Simona Scivola strappata agli affetti e all’insegnamento a soli 50 anni. Molto amata dai ...

Sabato sera con botte da orbi ad Avezzano centro, interviene la polizia

Avezzano – Tornano le risse ad Avezzano centro. Ieri sera, dopo l’una , si è svolta una rissa su via Garibaldi. A causarla sembrerebbe essere ...

Canistro entra nel circuito nazionale del turismo di ritorno

Canistro – Il Comune di Canistro nei giorni scorsi ha aderito al progetto nazionale “2023 – Anno del Turismo di Ritorno”, una iniziativa che già ...



Lascia un commento