Ad Avezzano gli “zozzoni” non si fermano, pile di rifiuti in tutta la città



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Alle innumerevoli difficoltà che la comunità sta affrontando a causa della pandemia, ormai giunta al secondo atto, si aggiunge la problematica dei rifiuti. Infatti gli “zozzoni” continuano ad operare a pieno regime in tutta la città, come dimostrano le immagini che provengono sia dal centro sia dalle zone più periferiche.

Nella notte tra venerdì e sabato il cestino che si trova nei pressi della statua di Mario Pomilio è stato riempito di imballaggi in plastica, lasciando una busta in bilico sopra il secchio.
Stessa sorte è toccata ai cestini collocati su via Francesco Crispi e tra via Fratelli Rosselli e via Monsignor Bagnoli. La goccia che ha fatto traboccare il vaso però sono le condizioni tutt’ora visibili in cui è stato lasciato il secchio di via Vidimari: avanzi di cibo, imballaggi in plastica, scatole, bicchieri e bottiglie formano una vera e proprio pila di immondizia alla base del cestino traboccante di rifiuti.

Le immagini sconcertanti sono state diffuse sui social riscontrando da subito un elevato livello di indignazione della cittadinanza contro i cittadini che non rispettano né la città né il prossimo.