“Zero morti sul lavoro”, la pallavolista marsicana Isabella Di Iulio per la campagna della UIL



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

San Benedetto dei Marsi – La pallavolista marsicana Isabella Di Iulio, neo palleggiatrice del Volley Bergamo 1991, è tra i volti noti della campagna della UIL “Zero morti sul lavoro” per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sicurezza e sulla salute nei luoghi di lavoro.

“Ci sono palazzetti e palestre che non garantiscono di poter giocare a pallavolo nelle condizioni ottimali” racconta Isabella Di Iulio, da tempo impegnata per i diritti dei lavoratori sportivi e socio fondatore di AIP – Associazione Italiana Pallavolisti “Ci sono purtroppo strutture molto fredde, dove è davvero difficile allenarsi senza rischiare problemi fisici, e strutture in cui piove all’interno. Sono realtà che esistono, e per me la sicurezza va anche in questa direzione“.

Sono sempre stata fortunata a trovare società di alto livello anche in termini di controlli medico-sanitari. Occorre maggiore sensibilizzazione, istruire, comunicare e far capire l’importanza di un controllo medico. Voglio divertirmi e lavorare in sicurezza. Non si può risparmiare su questi aspetti“ conclude Di Iulio.

“Zero morti sul lavoro”, la pallavolista marsicana Isabella Di Iulio per la campagna della UIL
“Zero morti sul lavoro”, la pallavolista marsicana Isabella Di Iulio per la campagna della UIL