Violenta grandinata, le strade diventano fiumi “bianchi”, il sindaco Zauri: ” Venere, non ricorda un evento di tale portata”



Pescina – Ieri pomeriggio una violenta grandinata ha “imbiancato” le strade di Venere dei Marsi frazione del comune di Pescina e causato notevoli disagi e danni.
La grandine accumulata in larghi cumuli lungo le strade del paese ha creato dei veri e propri fiumi d’acqua, allagando cantine e rendendo difficoltosa la circolazione delle auto.
Importanti danni alle colture dell’area fucense che, in questa stagione, è caratterizzata dalla ripresa a pieno regime delle attività agricole.

Il sindaco Mirko Zauri si è recato con i Vigili del Fuoco, con l’ A.T.E.R. Protezione Civile e con la Regione sul posto per avere un quadro più dettagliato sulla situazione. “Eccoci qui a fare i conti con quello che ha lasciato dietro di sé una eccezionale ondata di maltempo, una calamità di quelle che, fino al momento in cui non ti ci trovi faccia a faccia, sembrava lontana anni luce da noi. A detta dei più anziani, Venere non ricorda un evento di tale portata” commenta il primo cittadino. “La natura oggi ci ha insegnato che non fa distinzioni, non concede privilegi, non ha zone di serie A e di serie B per colpire e ci ha scelto come “epicentro” per sfogare tutta la sua furia.

Un pensiero, oltre a chi ha subito danni alle proprie abitazioni e alle automobili, va anche ai tanti imprenditori agricoli che non hanno potuto far altro che assistere inermi per lunghi interminabili minuti alla distruzione di quello che per loro è fonte di sostentamento, è lavoro, è sacrificio, è reddito familiare.

Un ringraziamento ai tempestivi interventi dei vigili del fuoco, sempre instancabili di fronte alle situazioni più critiche, alla protezione civile, a tutti i veneresi che si sono rimboccati le maniche ed hanno impugnato una pala, un secchio, uno straccio. Domani ci aspetta un’altra lunga giornata, con i Vigili del Fuoco, con l’ A.T.E.R. Protezione Civile e Regione, amministrazione e ufficio tecnico comunale per fare un punto più dettagliato della situazione e decidere sul da farsi in modo da poter tornare alla normalità nel più breve tempo possibile”.

LEGGI ANCHE

Impressionante grandinata a Venere dei Marsi, timori per le colture fucensi (video)




Leggi anche