Vento in poppa per la Saes Getters di Avezzano, soddisfatti i Sindacati



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Numeri importanti quelli della Saes Getters, azienda produttrice di componenti per l’elettronica avanzata. Le organizzazioni sindacali esprimono la loro soddisfazione, in questi ultimi scampoli del 2021, sull’onda lunga dei record post-crisi industriale e finanziaria.

Fim-Fiom-Uilm e Rsu hanno avuto modo di conoscere lo stato dei conti nel corso di un incontro avvenuto il 15 dicembre col Direttore del sito produttivo di Avezzano, Dott. Cesare De Cesare e il Direttore delle Risorse Umane, Dott. Massimo Iacone.

I dati comunicati nel corso della riunione, sono inequivocabili, e vanno olre le più rosee aspettative, malgrado la pandemia. Inoltre, le prospettive per l’anno prossimo, fanno dire ai sindacati che, tutti i lavoratori hanno dato tanto rispondendo alle richieste di un mercato sempre più esigente, e le cifre stanno lì a dimostrarlo:

Oltre 57 milioni di euro di fatturato raggiunto, contro i 47 previsti all’inizio dell’anno;
3.7 milioni di euro d’investimenti, già deliberati per il 2022 (infrastrutture e macchinari);
8 lavoratori interinali, passeranno a tempo indeterminato SAES;

Graduale riassunzione degli altri lavoratori interinali, alla ripresa delle attività lavorative del 2022.
Risultati raggiunti, secondo il sindacato, grazie a relazioni costruttive con le funzioni direttive dell’azienda, improntate al reciproco rispetto degli accordi stipulati, già a partire dal 2009 (in piena crisi industriale e finanziaria).

Accordi portati avanti con identica determinazione, dalle OO.SS., dalla R.S.U., dal Direttore dello stabilimento, Dott. Cesare De Cesare, dal Responsabile delle Risorse Umane, Dott. Massimo Iacone, e dalla Proprietà (Ing. Massimo Della Porta, Dott. Giulio Canale e da tutti gli azionisti).

Fim-Fiom-Uilm e Rsu, ricordano inoltre, che non può essere sottaciuto il recente accordo sottoscritto, a valere sui prossimi 3 anni. Un accordo che prevede premi di risultato, via via crescenti, ai livelli più alti, in assoluto, fra quelli siglati nella provincia dell’Aquila.




Leggi anche