Scritte e simboli nazifascisti in un fabbricato di Pescasseroli



Pescasseroli – Alcuni vandali si sono introdotti all’interno di un fabbricato in costruzione da decenni, ubicato nei pressi del centro di visita del parco, ed hanno imbrattato le pareti con frasi e simboli che inneggiano ad Hitler ed al fascismo.

Svariate svastiche e croci celtiche accompagnate da frasi di fedeltà ad Hitler sono state disegnate con delle bombolette spry su tutto il piano terra. Gli autori di tali disegni si sono firmati con il nome “Commando Fascista”.

Silvano Di Pirro, segretario provinciale di Rifondazione Comunista, è intervenuto sulla vicenda rilasciando queste considerazioni alla nostra redazione: “Pescasseroli è indignata per le scritte inneggianti alla propaganda fascista e nazista comparse in questi giorni all’interno di un fabbricato ancora in costruzione alle porte di Pescasseroli. Frasi e simboli nazisti e fascisti che offendono e mortificano la coscienza democratica dei cittadini di Pescasseroli. Non ci sono parole, solo vergogna ed indignazione per questo gravissimo atto di propaganda nazifascista che ferisce tutta la comunità democratica di Pescasseroli e calpesta la nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dalla sconfittà del fascismo. Frasi che oltre ad offendere la coscienza civile e democratica dei cittadini di Pescasseroli, sono la spia di una società malata che prograssivamente sta abbandonando i suoi principali valori di riferimento. Inoltre in Italia l’apologia del fascismo è un reato che prevede la reclusione da 6 mesi a 2 anni. Le persone che hanno scritto questo scempio andrebbero denunciate e perseguite penalmente.”