Vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) solo per persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni

Il Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, nel corso del suo intervento alla riunione con i Ministri Speranza, Gelmini e le Regioni, ha annunciato che da oggi 8 aprile sarà possibile aprire – attraverso i sistemi di prenotazione – le somministrazioni del vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) anche alle persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni. L’annuncio è stato dato sentito preventivamente il Ministro della Salute.

Si tratta di una platea di circa 13,6 milioni di persone, delle quali oltre 2,2 milioni hanno già ricevuto la prima dose“, ha specificato il Commissario, sottolineando che la raccomandazione tiene in considerazione il rapporto favorevole rischi/benefici evidenziato dall’EMA.

Il Commissario straordinario ha poi precisato che tale raccomandazione non avrà impatti sul piano vaccinale, sulla base degli approvvigionamenti in corso, per i quali – nel mese di aprile – potranno esserci consegne superiori del 15-20% rispetto alle previsioni. Il Generale Figliuolo si è infine rivolto ai Presidenti delle Regioni, invitandoli a continuare le somministrazioni dando priorità alle persone fragili e ultra-ottantenni.