Ad Avezzano vaccini oltre quota 500, il sindaco punta più in alto



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Vaccinazioni oltre quota 500 alla palestra della “Vivenza” messa a disposizione dal Comune per la campagna anti-Covid di massa della Asl: il sindaco, Gianni Di Pangrazio, punta più in alto. Per verificare l’andamento delle operazioni, il primo cittadino, -accompagnato dall’assessore all’emergenza covid, Maria Teresa Colizza, il dottor, Domenico Barbati (rappresentante provinciale dell’ordine dei medici di medicina generale) e il consigliere delegato alla protezione civile, Maurizio Seritti-, ha effettuato un sopralluogo nel centro di somministrazione messo a disposizione della Asl, dove sono attive 12 postazioni. Obiettivo: farsi trovare pronti per aumentare il ritmo appena il governo aumenterà le forniture di vaccini

     “La campagna di vaccinazione è strategica per arrivare all’immunita’ di gregge” afferma il sindaco,  “base per spingere il Paese fuori dal tunnel. Bisogna fare tutto il possibile anche dando un ulteriore supporto alla Asl per potenziare la macchina delle vaccinazioni ed evitare che il virus circoli e produca nuove mutazioni”. Parte importante del tempo necessario alle operazioni di somministrazione è infatti relativa alla fase di registrazione e compilazione e altri aspetti amministrativi: su questo fronte il Comune potrebbe dare una mano per consentire al personale sanitario di concentrarsi sulle vaccinazioni.

     “Prima vacciniamo”, conclude Di Pangrazio, ,”prima mettiamo il covid con le spalle al muro. Quando le consegne delle dosi aumenteranno, i centri per le vaccinazioni dovranno farsi trovare pronti. E il Comune di Avezzano sarà ancora in prima fila”.