fbpx
lunedì, 1 , Marzo

Tragedia a scuola: collaboratrice scolastica si accascia a terra e muore

Avezzano - Tragedia questa mattina all’Itis E.Majorana di Avezzano dove è morta, per cause naturali, una collaboratrice scolastica. La donna, originaria di Gioia dei Marsi,...

Prima pagina

USTaECC: un nuovo alleato per la ristorazione ad Avezzano. Vetrina digitale presentata in Comunale

Avezzano – Avezzano a domicilio. JUSTaECC è una piattaforma web: una vetrina digitale che contiene tutte le attività di ristorazione della Città di Avezzano che offrono consegne a domicilio. Frutto della creatività del pubblicitario Maicol Palumbo, la piattaforma, è facile da usare, gratuita ed ha un nome accattivante e “profondamente radicato nella cultura locale”.

- Advertisement -

Utilizzarla è semplicissimo: ci si collega al sito www.justaecc.it, si consulta il menù, si sceglie una categoria di riferimento, si telefona, si ordina e il “pasto è servito”. Ristoranti, panini, Shushi, bar e pasticcerie sono a disposizione e tutte nello stesso portale.

Palumbo, accompagnato dall’Assessore Pierluigi Di Stefano, ha voluto presentare oggi la sua ultima creazione al Sindaco Gianni Di Pangrazio.

“Non è un sito di commercio online” come spiega Maicol Palumbo “teniamo ai rapporti tra cliente e ristoratore ed abbiamo preferito non inserire il pagamento online”.

È un progetto con fini di pubblica utilità, senza scopo di lucro a cui possono facilmente aderire tutti gli esercizi del settore senza alcuna spesa.

“Anche con questa piattaforma- afferma l’Assessore Pierluigi Di Stefano- aiutiamo un settore particolarmente colpito dalla crisi. A seguito di numerosi incontri svolti con le associazioni, abbiamo deciso di sostenere due iniziative importanti. Una, la lanceranno le stesse associazioni nei prossimi giorni e l’altra è quella di Maicol Palumbo, un professionista affermato e nostro concittadino.” “Sono certo che – dichiara il Sindaco Giovanni Di Pangrazio- l’idea sviluppata dal giovane avezzanese troverà il favore di tutti i concittadino anche perché consente di scegliere da casa cosa ordinare, di chiedere la consegna a domicilio, di confrontare i menù rispettando al contempo tutte le esigenze di distanziamento. È una iniziativa davvero utile sia per i clienti che per gli esercenti”.

Latest Posts

Ultim'ora