La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Pescina – In un’estate degli anni ’80 fece sosta presso la stazione F.S. di Pescina il famoso “Treno Verde” con una mostra itinerante organizzata dal Ministero dei Trasporti,...
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Una cronaca della XV edizione del Premio Benedetto Croce

Una cronaca della XV edizione del Premio Benedetto Croce

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio

Pescasseroli – “Sei l’unico ad aver partecipato da 15 anni al premio Croce“, così mi ha saluto l’organizzatore del premio Croce, Pasquale D’Alberto il giorno 24 luglio mentre eravamo in per entrare in Piazza Umberto I, nelle vicinanze di Palazzo Sipari a Pescasseroli. Obbligatorio rispettare certi comportamenti di sicurezza per il Coronavirus anche per poter assistere al premio “Benedetto Croce”.

L’organizzatore apre i lavori presentando i relatori: i linguisti Luca Serianni, Francesco Sabatini, che ha donato al Sindaco e a Marta Herling un ritratto di Croce, la professoressa Emma Giammattei e Maurizio Tarantino, Direttore della Biblioteca Classense di Ravenna dove Croce, 100 anni fa, da Ministro della Pubblica Istruzione, presenziò al 600esimo anniversario della morte di Dante.

Saluto del Sindaco di Pescasseroli La Cesa che esordisce dicendo che è un onore ospitare questo premio ed è motivo d’orgoglio per tutto l’Abruzzo. Ringrazia gli organizzatori, Marta Herling e altri. Il dibattito si sviluppa su Benedetto Croce e Dante Alighieri, alla vigilia del 700esimo anniversario. Luca Serianni nel suo intervento critica alcuni versi di Dante. Maurizio Tarantino saluta l’Amministrazione di Pescasseroli, gli organizzatori e le giurie del premio e si dilunga poi a parlare di Croce, allora Ministro della Pubblica Istruzione quando, nell’estate del 1920, si recò a Ravenna e conclude dicendo che Croce è stato uno dei più grandi scrittori del 1900. Francesco Sabatini fa una lunga analisi mettendo a confronto Croce e Dante e parla della lingua verbale e scritta con una visione antropologica e strutturale. Si accenna al saluto inviato dal Ministro Franceschini al premio Croce, ricordando Croce, D’Annunzio e Dante.

Il 25 mattina si passa alla sala cinematografica dedicata regista Ettore Scola, da poco scomparso, dove si consegna il premio alla memoria a Remo Bodei, alla presenza della vedova Gabriella Giglioni e della figlia Chiara. Interessante è stata la relazione fatta dalla vedova Bodei. Prima della relazione sono state proiettate alcune immagini sulle trazioni di Pescasseroli. Pistilli, assessore alla cultura di Pescasseroli, dice che il premio Croce si porta avanti anche senza appoggio dei politici. Parla del Tratturo Pescasseroli-Candela, della pastorizia, del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise e delle faggete Vetuste.

Giancarlo Zappacosta dice che non sono molti i premi che si paragonano al premio Croce occorre, in furo impegnarsi a reperire fondi Europei. Poi parla di Economia e Turismo, del terremoto dell’Aquila, dicendo che L’Aquila è la città più bella del mondo, con il rifacimento degli antichi palazzi. Parla del rilancio della Cultura, dell’Ambiente, del Turismo e della Biodiversità. Marta Herling parla anch’essa del premio, ricorda Natalino Irti che tanto si è adoperato per questo premio e ricorda l’ultimo incontro con Modei avvenuto nel 2018 soffermandosi sull’Istituto degli Studi Storici che avvengono al Palazzo Marino di Napoli.

Pasquale D’Alberto approfitta, durante una breve pausa, per ringraziare le delegazioni di Riano e di Montenerodono, presenti per l’occasione, visto che Croce ha avuto legami con questi due “paeselli” per usare un termine di Croce. Dacia Maraini, presidente del Premio, dice che leggendo Croce ha capito che la cultura è un fatto sensuale e poi dice che ha conosciuto Modei in un viaggio dieci anni fa in viaggio in Messico che si parlò, in un convegno, di Paganesimo e Cristianesimo. La Filosofia non è altro che una riflessione sul cambiamento e la politica deve essere condivisa, ognuno con le proprie idee politiche.

Da ultimo la professoressa Gabriella Guglielmi Modei di Pisa, dopo aver fatto una sua relazione intorno alla figura di suo marito, rifacendosi all’Eneide, all’Odissea e all’Iliade, legge le motivazione che la giuria aveva preparato del premio alla memoria ringraziando la Giuria e saluta il Pubblico presente in sala. Di pomeriggio poi, nella stessa piazza, prima della premiazione, arriva il Ministro degli affari Regionali, Francesco Boccia, che tornado da Roccaraso, dove c’era stato un altro incontro con i Sindaci della zona, circa i problemi della Montagna, si sofferma anch’egli a parlare della figura di Croce. Dice il Ministro: “non potevo non essere presente”.

Intanto, mentre si procede alla premiazione, il Ministro viene accompagnato a visitare il vicino Palazzo Sipari, dove Croce è nato. Alla presenza della Maraini si procede alla consegna di un attestato di partecipazione alle responsabili degli istituti delle 32 giurie popolari che hanno preso parte al premio. Per la saggistica “Storia senza perdono” di Walter Barberis; per la narrativa giornalistica “La nuova stagione” di Silvia Balestra; per la letteratura giornalistica “Il coraggio e l’amore” di Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo. Del premio alla Memoria abbiamo già detto.

La Giuria ufficiale era composta da Dacia Maraini, Costantino Felice, Luca Serianni, Nicola Mattoscio, Michele Ainis, Alessandra Tarquini e Emma Giannetti. Nel 2021 verranno interessate 30 scuole di tutt’Italia con la speranza di avere la presenza, dice il coordinatore del premio, del Presidente della Repubblica Mattarella, per avviare le celebrazioni del Centenario del Parco Nazionale d’Abruzzo, (Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise).

PROMO BOX

Domani a Ortona dei Marsi l'inaugurazione del Museo degli insetti Entoma
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Dopo 27 anni le Frecce Tricolori tornano a L'Aquila per l'Airshow del 25 e 26 Maggio
"Casa della salute mobile" a Civita d'Antino: consentirà di effettuare screening oncologici
FB_IMG_1716297966272
Elezioni europee dell'8 e 9 Giugno, il Comune di Avezzano predispone il servizio gratuito di trasporto disabili ai seggi
Isweb Avezzano Rugby: promozione storica orgoglio d’Abruzzo
mercato
WhatsApp Image 2024-05-20 at 09.14
Incentivi economici alle imprese abruzzesi che assumono giovani disoccupati fino a 35 anni
Sciame sismico in area flegrea, la Protezione Civile attiva l'unità di crisi e allestisce aree di accoglienza per la popolazione
Inaugurazione nuova Big Bench a Pescocanale: domenica 26 Maggio presentazione della panchina gigante sulla montagna della Renga
Una femmina di lupo avvistata tra i campi di Fucino (video)
Comune di Celano
José Borges
Sirente Bike Marathon 20052024 camp reg fci abruzzo marathon
IMG-20240521-WA0000
FB_IMG_1716223877738
pietrucci-pierpaolo
WhatsApp Image 2024-05-20 at 12.48
60 mila prodotti contraffatti finiti sotto sequestro grazie alle indagini eseguite dalle Fiamme Gialle
Pescasseroli si prepara alla magnifica infiorata del Corpus Domini, i lavori prenderanno il via il 1° Giugno
Cammino dell'Accoglienza, 3 giorni di trekking dalla Valle Roveto ad Avezzano attraverso la montagna di Luco e la cresta del Salviano
L'antica Torre medievale di Collarmele è interessata da lavori di manutenzione straordinaria

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina