Drink In: l’idea rivoluzionaria di Fabio Ciccarelli, un avezzanese a Dublino



Fabio Ciccarelli è un ragazzo di venticinque anni, un giovane ed intraprendente avezzanese sempre pronto a sfruttare le situazioni di difficoltà rendendole occasioni di crescita e nuovi punti di partenza.
Lo dimostra la sua idea rivoluzionaria per il mondo dell’hospitality: una piattaforma digitale che raccoglie contenuti mirati all’educazione su cocktails, birre, caffe, alcool e quant’altro.

Sono stato ispirato – ci racconta Fabio – dal difficile periodo in cui ci troviamo e ho deciso di ribaltare la Dublin Bar Aacademy in un vero e proprio studio dove quotidianamente registriamo tutorial, videolezioni e masterclasses.

Ma cos’è la Dublin Bar Academy? Per spiegare ciò bisogna fare un passo indietro nella vita di Fabio che, a soli diciannove anni, è partito per Dublino ed ha trovato lavoro in un rinomato hotel della capitale irlandese ed in uno dei più famosi cocktail bar del paese. Ad insegnarli i trucchi del mestiere Richard Linden (proprietario della Dublin Bar Academy) che non ha esitato, nell’agosto scorso, ad accettare la proposta di Fabio di fondare Drink In una piattaforma digitale per insegnare ed educare sul mondo del beverage.

Dopo essere tornato in Italia dalla mia esperienza lavorativa a Madrid, in uno dei bar più importanti della città – continua – ho contattato Richard perché sapevo che il mondo del bar avrebbe subito un cambiamento drastico e perché ritengo che, da sempre, nel nostro mondo, c’è l’esigenza di una fonte sicura di informazione e educazione.

Su Drink In oltre ai contenuti esclusivi, video sempre nuovi, si avrà la possibilità di partecipare a masterclass e degustazioni online con esperti del settore a livello mondiale.
Il lancio della piattaforma è previsto per gennaio 2021, nel frattempo Fabio e Richard apriranno una campagna di crowdfunding per finanziare il loro progetto.

Quel ragazzo partito da casa con tanti sogni ora li sta vedendo realizzati nel concreto e, grazie anche ai suoi studi in economia digitale e marketing avrà tutte le carte in regola per essere il Project Manager di Drink In.