Gli amici e i colleghi di sempre danno l’addio a Manuel

Gli amici e i colleghi di sempre danno l'addio a Manuel

San Benedetto dei Marsi – Oggi pomeriggio si sono svolti i funerali di Manuel Di Nicola il giovane ritrovato senza vita in un canale del Fucino. Il sindaco di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio, ha proclamato per la giornata di oggi il lutto cittadino: dalle ore 16 alle 18 tutto il paese è in silenzio.

I colleghi camionisti di Manuel hanno dato l’ultimo saluto al loro compagno di lavoro a bordo dei loro mezzi pesanti nei pressi del cimitero di San Benedetto dei Marsi con i suoni dei loro camion e canzoni. Anche gli amici delle “due ruote” hanno fatto lo stesso con il rombo dei loro motori.
“Oggi non è un buon giorno per la nostra San Benedetto. Manuel Di Nicola, troppo presto è stato strappato da questa vita terrena, lasciando un piccolo bimbo inconsapevole, una moglie, i propri genitori, una sorella, suoceri e cognati che portano, da oltre un mese, il peso di una angoscia devastante per quanto accaduto” scrive il sindaco Quirino D’Orazio.
“Oggi è il giorno del dolore e del rispetto verso tutti coloro che stanno soffrendo per questa tragica scomparsa e che in silenzio, vivono non solo questa giornata, ma tante altre a venire, con notti, in cui gli occhi non riescono a chiudersi per trovare riposo e la testa si tormenta, non riuscendo a trovare pace.
Oggi è il giorno del Lutto Cittadino, delle bandiere a mezz’asta, in cui si invitano i gestori di esercizi a tenere le serrande chiuse durante le esequie.
È un giorno di riflessione, che dovrebbe portarci a riflettere un po’ su tanti aspetti della nostra vita, che sembrano scontati, ma che scontati non sono.
In questo giorno difficile, in cui anche il cielo grigio è a tono con i tempi, porteremo l’ultimo saluto al nostro caro Manuel e ci stringeremo al dolore dei suoi famigliari, nella consapevolezza e nella compostezza del rispetto del loro dolore e dello scrupoloso rispetto delle norme dettate per il contrasto al COVID-19.
Rivolgo alla Comunità una sola preghiera, ovvero quella di attenersi alle regole e rispettare le indicazioni della Protezione Civile Comunale, della Polizia Locale e dell’Arma dei Carabinieri, che opereranno per la nostra garanzia, ricordando che solo con la Vostra preziosa e fondamentale collaborazione, potremo riuscire a dare un degno saluto al nostro MANUEL e contemporaneamente a voler bene a noi stessi.
Un infinito abbraccio, caro Manuel, tutta la Città si stringe attorno a Te”.

A poco più di un anno dallo scoppio della pandemia qual è lo stato di salute psicologica degli italiani?

A poco più di un anno dallo scoppio della pandemia qual è lo stato di salute psicologica degli italiani?
Lo  abbiamo chiesto alla dottoressa Lucia Vernile, Psicologa e Psicoterapeuta, esperta di Psicologia dell’Emergenza. Con lei ci siamo addentrati nei risvolti della nuova quotidianità che ha preso il sopravvento nella vita di ognuno di noi dopo lo scoppio della pandemia.
Al termine dell’intervista video, la dottoressa ha voluto lanciare un messaggio di speranza, che vede nella riscoperta della condivisione e della solidarietà fra le persone, una dimensione più piena dell’esistenza. Nessuno si salva da solo. Questo il paradigma di una nuova consapevolezza difficile da far passare in una società molto individualista, egoista e competitiva.
Ogni esperienza negativa può essere elaborata, a patto di essersi dotati nel tempo, di quello che lei definisce, un kit di sopravvivenza psicologica. Ovvero tutte quelle esperienze che forgiano la personalità dell’individuo permettendogli di superare gli inevitabili imprevisti della vita. Non sempre ci si riesce, per questo esistono gli psicologi.

Nuovo reparto di terapia sub intensiva all’Ospedale Civile di Avezzano, LE INTERVISTE

Nuovo reparto di terapia sub intensiva all'Ospedale Civile di Avezzano, LE INTERVISTE

Avezzano – Sono 6 i posti letto del nuovo reparto sub intensiva, inaugurato oggi all’ospedale civile di Avezzano alla presenza del Direttore Generale ASL 1 Roberto Testa e dell’assessore all’emergenza Covid Mariateresa Colizza e i consiglieri regionali Angelosante e Quaglieri.

“Quello di oggi è un ulteriore potenziamento della rete Covid con questi 6 posti letto ricavati da precedenti spazi che ospitavano altre strutture”, commenta il direttore generale Testa, che prosegue: “Questo su Avezzano è un primo intervento e sarà seguito a brevissimo dal completamento del pre triage e dal potenziamento della rianimazione.
Per fare dei lavori ci sono i tempi tecnici e gli iter burocratici che si sono svolti più rapidamente possibile. Quello di oggi è un risultato importante, come lo sono tutti quelli ottenuti precedentemente.

Domani saremo a Castel di Sangro per inaugurare il pre triage, la settimana prossima saremo a L’Aquila per poter completare i posti letto in malattia sub intensiva.
Consideriamo che tutto ciò è stato fatto mantenendo un’attività assistenziale in essere”.
“Siamo molto felici perché abbiamo bisogno di questi posti”, sono le parole dell’assessore Colizza, che aggiunge: “In questo momento i contagi stanno aumentando e questa dotazione di 6 posti letto costituisce sicuramente un motivo di ristoro e di tranquillità.
Dobbiamo monitorare costantemente l’andamento dei casi, la pressione sulla struttura sanitaria sta aumentando, e sappiamo benissimo che le chiusure dipendono proprio dalla tenuta delle strutture sanitarie”.

Presenti anche i consiglieri regionali Angelosante e Quaglieri che hanno espresso la loro soddisfazione riguardo tale progetto. Ha sottolineato il consigliere regionale Simone Angelosante: “Questo nuovo reparto ci consentirà di affrontare con più sicurezza questa terribile ondata che in questi giorni in particolare sta colpendo la nostra Marsica.
Questo reparto lo vedo come punto di transizione e non come punto di arrivo, infatti stiamo ovviamente spingendo per avere i posti in rianimazione che purtroppo sono in ritardo.
Stamattina ho parlato con i tecnici e mi hanno assicurato che massimo entro 3 settimane inaugureremo anche quelli.

Tengo a ribadire che quei posti non sono per malati Covid, ma sicuramente per tutte quelle altre categorie di malati che rischiano di essere abbandonati, alleggerendo così da malati ordinari altri reparti a L’Aquila e a Sulmona, destinati invece ai malati Covid”.
Conclude con un appello: “Voglio fare un appello alla nostra gente marsicana: oggi ci stanno colpendo duro, i numeri non sono buoni, pertanto invito a rispettare le norme.

È una battaglia che non si vince con la furbizia, ma con l’unità di tutti quanti, perché uniti ce la faremo. Con questi posti letto respireremo un po’, ma è importante non ammalarsi”.

“Sicuramente è un grande traguardo, è un reparto nuovo dotato di tecnologia di ultima generazione con un sistema di monitoraggio continuo dei pazienti”, afferma il consigliere regionale Mario Quaglieri, che conclude speranzoso: “Si comincia a vedere qualcosa di buono e di efficace, per assistere in maniera pronta e di livello le persone affette da Covid avanzato”.

A Tagliacozzo scende il numero di contagi, Giovagnorio: “Siamo fiduciosi”

A Tagliacozzo scende il numero di contagi, Giovagnorio: "Siamo fiduciosi"
Tagliacozzo – Il comune di Tagliacozzo esce dalla zona rossa e torna in quella arancione: scende la curva dei contagi e si registrano numerose negativizzazioni.
Il primo cittadino, Vincenzo Giovagnorio, si dice fiducioso e ribadisce che in questo fine settimane di feste saranno rafforzati rafforzati i controlli sul territorio.
“Auguro a tutti i cittadini una serena Pasqua, con l’auspicio di tornare presto ad abbracciarci”, conclude Giovagnorio.

Restyling di un attrezzo ergonomico. Consigliato all’orticoltore non più giovanissimo

Restyling di un attrezzo ergonomico. Consigliato all’orticoltore non più giovanissimo

Avezzano – Sul sito di terre marsicane del 22 maggio 2017 venne pubblicato un articolo dal titolo: un attrezzo comodo. Lo stesso attrezzo, un forcone particolare utilissimo per vangare piccole superfici di orto o di giardino, è stato ripreso in considerazione e arricchito di novità.

È stato rinnovato nel design e riprogettato in alcune parti, si è trattato di un vero e proprio restyling di ammodernamento e miglioramento delle caratteristiche tecniche ed ergonomiche.
Nella parte inferiore, quella che affonda, vi sono stati saldati tre corti denti che fungono da frangizolle mentre nella parte mediana dell’asta verticale vi è stata inserita (con angolatura di circa 90° gradi), un’asta smontabile in tubolate leggero.

Quest’ultimo tubolare accessorio consente all’operatore di manipolare il forcone-vanga senza esprimere alcuna fatica e al tempo stesso di evitargli assolutamente la curvatura della schiena. Guardare il video per rendersene conto.

   Di Cioccio Lido

LEGGI ANCHE
UN ATTREZZO COMODO

Restyling di un attrezzo ergonomico. Consigliato all’orticoltore non più giovanissimo

Coldiretti vicina alle famiglie bisognose: Il plauso del vicesindaco di Avezzano Domenico Di Berardino

Coldiretti vicina alle famiglie bisognose: Il plauso del vicesindaco di Avezzano Domenico Di Berardino

Avezzano – Un grande gesto di solidarietà e vicinanza da parte della Coldiretti che regala il Made in Italy ai più bisognosi: un’iniziativa degna di nota, al fine di fronteggiare, quanto possibile, l’emergenza covid e regalare un po’ di serenità.

Tante le famiglie provate dalla pandemia (in Abruzzo circa 400) che potranno beneficiare, grazie a questa iniziativa, dei migliori prodotti agroalimentari Made in Italy per le feste di Pasqua e Pasquetta: un pacco di oltre 50 chili che contiene dalla pasta ai salumi, dai formaggi all’olio.

Iniziano le spedizioni anche in Abruzzo: il presidente provinciale della Coldiretti, Angelo Giommo, si dice soddisfatto del progetto, raccontando le tante iniziative promosse da inizio pandemia.

Presente nella sede principale Coldiretti anche il vice sindaco e assessore alle politiche sociali Domenico Di Berardino che fa un plauso a tutti coloro che, in questa emergenza, hanno dato il loro contributo al fine di aiutare i più deboli.

Esorcizzare il covid si può: impazza sui social il video parodia dei due giovani avezzanesi Federico Laguzzi e Claudio Danese

Esorcizzare il covid si può: impazza sui social il video parodia dei due giovani avezzanesi Federico Laguzzi e Claudio Danese

Avezzano – I due avezzanesi i Federico Laguzzi e Claudio Danese  strappano un sorriso a tutti gli abruzzesi grazie al video parodia sulla pandemia: un testo musicale in chiave dialettale che in un solo giorno ha raggiunto più di 9.000 visualizzazioni.

Già in precedenza, a marzo scorso, avevano realizzato un video simile, sempre al fine di sdrammatizzare una situazione difficile per il mondo intero.

“Per noi è un hobby, non lo vediamo in una prospettiva lavorativa. Ci piace semplicemente infondere speranza e buon umore”, dicono i due giovani.
“Ci auguriamo che tutto questo finisca presto e che si possa tornare alla normalità”.

Il Comune di Ortucchio omaggia Dante Alighieri (Video)

Il Comune di Ortucchio omaggia Dante Alighieri (Video)

Ortucchio – Oggi è la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri celebrata in tutto il mondo. Il 25 marzo è la data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia.

E con la lettura di un verso del più famoso poema di Dante, anche il Comune di Ortucchio ha voluto omaggiare il genio pubblicando un video: “L’ Amministrazione Comunale aderisce al progetto col vicesindaco Mario D’Agostino che da lettura di un verso della Divina Commedia” scrive il Comune.

LFoundry, siglato nel pomeriggio di ieri l’accordo proposto dal sindacato che ora passa al vaglio delle maestranze

LFoundry, siglato nel pomeriggio di ieri l’accordo proposto dal sindacato che ora passa al vaglio delle maestranze

Avezzano – Due giorni serrati di incontri, segnano l’epilogo di una lunga e articolata trattativa durata mesi, ma alla fine, nei commenti a caldo rilasciati davanti ai microfoni di TerreMarsicane, dai rappresentanti delle segreterie provinciali, Antonello Tangredi (Fim), Simona De Sanctis (Fiom) e Michele Paliani (UILM), si coglie la cauta soddisfazione di chi sa che alcuni aspetti devono essere ancora sviscerati, lo Smart Working su tutti.

Il nodo principale riguardava la turnazione, articolata in 1 giorno + 1 notte + 3 riposi compensativi + 15 rientri, che il sindacato ha chiesto fosse estesa a tutto il personale che attraverso i turni si avvicenda nella produzione, nel settore ingegneria e nelle funzioni tecniche di supporto. Nel video le considerazioni dei referenti provinciali delle tre sigle sindacali.