Exercise2019 ad Avezzano – rese note le area di attesa delle frazioni

Exercise2019 ad Avezzano - rese note le area di attesa delle frazioni

Avezzano – Ormai prossimi alla data dell’esercitazione di protezione civile,  – 13 gennaio – che coinvolgerà anche la popolazione. Il Comune di Avezzano rende note le aree di attesa che si troveranno nelle frazioni della città.

Sarà al suono della sirena comunale e il suono delle campane che inviterà i cittadini a raggiungere l’area di attesa più’ vicina.

Ecco le aree nelle frazioni:

  • San Pelino: piazza antistante la chiesa;
  • Antrosano: piazza della chiesa nuova;
  • Caruscino: piazza antistante chiesa;
  • Paterno: piazza della chiesa;
  • Cese: piazza centrale;
  • Castelnuovo: piazza centrale;
  • Borgo incile: piazza della chiesa.

Altre aree di attesa già definite

  • zona ospedale: parcheggio esterno ospedale;
  • zona nord pineta: piazzale ingresso atleti stadio pini; piazzale vicino alla piscina; parcheggio di via Silone;
  • zona nord est: piazzale chiesa Santo Spirito; parcheggio delle Poste; piazzale antistante scuola Vivenza;
  • zona nord ovest: parcheggio stadio Cesolino; piazza Santa Maria Goretti- via Don Minzoni; via Puglie;
  • zona centro: Piazza Matteotti; Piazza Tommaso da Celano; Piazza Risorgimento; Piazza Torlonia;
  • zona ovest: Chiusa Resta; piazzale via Grieco-Via Napoli;
  • zona sud est: Piazza Fiasca;
  • zona sud: parcheggio Via Cassino; piazza Cavour; via Pertini, Crua (ex Crab); via San Francesco (spazio antistante Chiesa Sant’Antonio);
  • Borgo Via Nuova: piazza antistante chiesa.

 

Il Buon Natale speciale dal Liceo “B. Croce” di Avezzano

Il Buon Natale speciale dal Liceo “B. Croce” di Avezzano

Avezzano – Un “Buon Natale” in musica e in quattro lingue, spagnolo, inglese, francese e tedesco. É quello che arriva dal Liceo statale “B. Croce” di Avezzano, diretto dalla professoressa Rossella Rodorigo. Nell’aula magna dell’istituto, venerdì 21 dicembre,  si sono avvicendati gli studenti delle classi 1ª e 2ª A; 1ª e 2ª E; 1ª e 2ª F; 1ª e 2ª G; 1ª e 2ª L; 4ª G, grazie a un progetto interclasse, il “Christmas Carols Show”, che ha visto i giovani impegnati nell’interpretazione dei canti di Natale tradizionali e delle canzoni natalizie più amate.

Dalla ribalta dell’aula magna, entusiasmo, bravura e un pizzico di emozione per i giovanissimi che si sono esibiti tra gli applausi dei compagni e dei genitori intervenuti, e che hanno anche offerto brevi introduzioni sulla storia dei canti e delle culture di provenienza degli stessi nel clima festoso che ha siglato l’ultima mattinata di attività della scuola per il 2018. Il Liceo “B. Croce”, nelle tre specializzazioni – Liceo delle Scienze Umane, Liceo Economico Sociale, Liceo Linguistico – si è affermato tra le scuole di eccellenza del territorio; nell’ampia offerta formativa, anche la possibilità del doppio diploma: proprio nel luglio di quest’anno, al termine delle prove dell’esame di Stato,  anche i primi diplomi italiano – francese, conseguiti brillantemente dalla classe 5ª L EsaBac.

I docenti che hanno curato il progetto: Silvia Bartolumucci; Gisèle Castellani; Agostino Cerasoli; Danila Cicconi; Giovanna Cipolla; Mafalda Di Berardino; Ester Gasbarro; Giovanna Giffi; Erika Gigli (referente del progetto); Anna Maria Iorio; Francesca Maddalena; Cathy Petrucci; Sabrina Salini; Irma Sallustio; Doriana Turcossi (referente del progetto).

 

Violento schianto A24, nove i feriti, uno è grave

Violento schianto A24, nove i feriti, uno è grave

Violento schianto A24, nove i feriti, uno è grave

Tagliacozzo – Maxi incidente avvenuto ieri nel tardo pomeriggio al chilometro 61 dell’autostrada A24.
Quattro le autovetture coinvolte.
L’impatto tra i mezzi è stato molto violento. Sono 9 i feriti ricoverati all’ospedale di Avezzano, uno sarebbe in gravi condizioni mentre gli altri non hanno riportato lesioni gravi.

Sul posto sono intervenuti le unità 118 provenienti da Tagliacozzo e Avezzano che hanno trasportato i feriti al pronto soccorso dall’Ospedale di Avezzano.
Presenti inoltre la Polizia Stradale e il personale della società autostrade. Intervenuti prontamente i Vigili del Fuoco della Compagnia di Avezzano che hanno messo in sicurezza l’area e ripristinato la viabilità.

Continuano gli accertamenti della polizia stradale per chiarire la dinamica dell’incidente.

 

Violento schianto A24, nove i feriti, uno è grave

Avezzano, grande successo per il concerto di fine anno

Avezzano, grande successo per il concerto di fine anno

Avezzano – Grande successo per il Concerto di fine anno, città di Avezzano, giunto alla 23^ edizione, istituzionalizzato dal comune di Avezzano, che ha il patrocinio della Camera dei Deputati, del Senato della Repubblica, del Consiglio regionale d’Abruzzo, della provincia dell’Aquila, dei comuni di Gioia dei Marsi e di Capistrello.

L’evento, che fu concepito dal compianto Maestro Antonio Stati, che portò per primo l’orchestra al castello “Orsini – Colonna” di Avezzano, presentato dalla giornalista Orietta Spera, è dedicato da 6 anni ad Alessandro Giancarli (scomparso a 23 anni mentre si recava al lavoro a Telespazio del Fucino, per un incidente) e alle vittime della strada. La manifestazione è ad ingresso libero: eventualmente, chiunque voglia, ogni anno, può acquistare i doni da mettere sotto l’albero dagli amici dell’UNITALSI, sempre presenti al Concerto. Per l’edizione 2018 ha avuto luogo domenica 16 dicembre.

L’avvenimento, sostenuto fattivamente dalla Fondazione Carispaq (un grande grazie al Presidente Marco Fanfani, a Paolo Collacciani, a Nazzareno Mascitti, a Giovanni Seritti e all’efficace addetto stampa, l’esimia giornalista, Angela Ciano), vuole essere un pungolo per le istituzioni, affinché ricordino lo stato in cui versano alcune delle nostre strade. Come la famigerata “Cintarella”, dove ha perso la vita Alessandro.

Il Concerto si ispira ad una tematica che cambia ogni anno (nel 2017 era l’Accoglienza): quest’anno, per scelta della Signora Maria Rita Giancarli, mamma di Alessandro, è stato la Vita. Per tale motivo sono stati insigniti, del “Premio Alessandro Giancarli”, i medici Piero Cialfi (ginecologo) e Italo Cipollone (pediatra), che hanno conosciuto Alessandro e che ne hanno ricordato la figura.

Il Concerto è anche beneficenza: in nome di Alessandro, “Parent Project”, l’associazione onlus che si dedica alla ricerca per sconfiggere la distrofia muscolare di Duchenne e Becker (rappresentata dalla signora Roxana Lazar e dalla sua famiglia), ha potuto raccogliere una discreta somma in denaro, che è stata donata da diverse aziende marsicane e capitoline e che è stata versata sul conto corrente della stessa associazione.

Il Concerto è stato soprattutto bella musica ed allegria, perché vuole evidenziare, ricordandolo, Alessandro Giancarli, la sua personalità, la sua giovialità.

Il Concerto è la musica meravigliosa che i presenti hanno potuto ascoltare. Sul palco i grandi esecutori delle più belle sonorità:

L’orchestra Di Fiati “Armelis”, Di Collarmele, 35 Elementi,
Diretta Dal Maestro, Compositore E Arrangiatore, Corrado Lambona;
Il Maestro Giovanni Ieie.
Il Maestro Di Pianoforte, Compositore, Valentina Di Marco.
Al Piano, Simone Sangiacomo.
I Meravigliosi Cantanti: I Soprani Ilenia Lucci E Natalia Tiburzi;
Il Baritenore (Baritono E Tenore) Sandro Argentieri;
L’architetto Filomena Fazi, Eccellente Declamatrice, Per Le Poesie;
C’erano Anche: Pierluigi Subrani Per I Fuochi D’artificio.
Marcello De Luca, Fotografo Ufficiale.
L’artista Gianna Danese, Per La Scenografia Preziosa Composta Dai Suoi Splendidi Quadri.
Gasparina E Michela Torti Per L’addobbo Floreale E Le Rose Blu.
Teresa Tiburzi, Per Il Cambio D’abito Della Presentatrice.
Splendida, Come Sempre, La Madrina Del Concerto, L’onorevole Stefania Pezzopane.
Un Grazie Speciale All’assessore Alla Cultura Del Comune Di Avezzano, Pierluigi Di Stefano.

Un abbraccio alla Famiglia Giancarli: Roberto, Maria Rita, Eleonora, alla Professoressa M. Teresa Letta, alle Signore Maria Tempesta Graziani e Antonella D’Angelo, allo Storico Giovanbattista Pitoni, all’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo – Sezione ANC, Valle del Liri, in Canistro, presidente Maresciallo Giorgio Di Biagio, con i soci: Sergio Coco, Valerio Fasciani, Andrea Cesareo, Fabrizio Di Benedetto, Ettore Lazzaro, Romano Donati, Vincenzo Lancia, sempre presenti, agli Amici Sponsor, alla Croce Rossa, alla Polizia, ai Carabinieri, ai Vigili del Fuoco (Carmine Iampieri) di Avezzano, alle Pro Loco di Avezzano (Presidente Edoardo Federico Tudico) e di Rosciolo di Magliano De’ Marsi (Ing. Pietro Scafati).

… Appuntamento, con Voi tutti, alla prossima edizione…

Terminal Anagnina, depositata interrogazione al ministro dei trasporti Toninelli

Terminal Anagnina, depositata interrogazione al ministro dei trasporti Toninelli

Il 27 novembre è stata pubblicata un’interrogazione (atto n. 4-00795, ex n. 3-00423) al ministro dei trasporti e delle infrastrutture Danilo Toninelli da parte del senatore di Fratelli d’Italia Marco Marsilio, con la quale si chiede di sapere quali iniziative “si intenda assumere perché sia garantita la continuità del servizio e il diritto alla mobilità dei pendolari e dei cittadini romani”.

La decisione di trasferire il terminal bus dal piazzale tiburtino ad Anagnina, presa con delibera di Giunta capitolina n. 186 del 16 ottobre, porterebbe infatti secondo il senatore gravi danni “sia ai cittadini romani che agli abruzzesi e agli altri pendolari provenienti dalla zona a est della capitale”, con un aumento del traffico che si concentrerà sul raccordo in direzione sud, già molto congestionato, e un conseguente incremento di fattori inquinanti, che andranno a incidere negativamente sulla qualità della vita di tutti coloro che fruiscono la città, residenti e lavoratori.

“I pendolari provenienti da est”, prosegue, “in gran parte abruzzesi, vedranno incrementare i tempi di percorrenza, costretti a raggiungere un nodo di scambio più distante”. In discussione anche il futuro del piazzale est, recentemente ristrutturato come nuova porta di accesso alla città e ora, dopo questo “declassamento”, esposto al rischio di abbandono. Una vera “pietra tombale” su tutto l’impianto infrastrutturale della stazione Tiburtina, a giudizio dell’on. Marsilio, che conclude: “sarebbe stato sufficiente risolvere le questioni organizzative e modificare a costo zero le previsioni del piano regolatore generale, ormai del tutto superate, per garantire il servizio senza alcuna interruzione, ripristinare la legalità, evitare disagi all’utenza”.