Trasacco premia e ringrazia i soccorritori eroi di Rigopiano


Trasacco. Queste le parole dell’alpino Cesidio Cambise, in occasione della consegna degli attestati di benemerenza ai soccorritori eroi di Rigopiano : “Erano tutti presenti, con i rispettivi insegnanti, all’auditorium “Pietro Taricone”, gli alunni dell’Istituto Comprensivo, per assistere alla premiazione di tre ragazzi di Trasacco che da molti anni offrono Ia loro esperienza di soccorso in casi di calamità naturali con tanto amore, umiltà e saggezza, ma soprattutto con il coraggio di mettere a rischio la propria vita per cercare di salvare quella degli altri. Stiamo parlando degli alpini in armi ed iscritti al nostro gruppo Gaudio Bellotta e Fabrizio Fracassi e del volontario civile esperto in soccorsi Antonio Morisi”.

L’alpino continua ” Il Sindaco, dottor Mario Quaglieri, con Ia fascia tricolore, dopo aver accompagnato , con la mano sul cuore, insieme a tutti i presenti, compresi i bambini e gli alpini in congedo, le note dell’Inno di Mameli che suscitavano tanta emozione, dava corso alla premiazione dei nostri tre eroi per tutte le gesta e Ie opere di salvataggio e soprattutto per essersi distinti durante iI lungo periodo catastrofico di Rigopiano, pronunciando a loro favore parole di elogio e di orgoglio cittadino. Lunghissimo e fortissimo l’applauso dei presenti mentre consegnava loro targhe e medaglie di Benemerito. Una medaglia di merito, veniva appesa anche a Jack, il cane di Fabrizio Fracassi, poiché, anche lui si era eroicamente distinto in quell’opera di soccorso.

Un breve intervento del Dirigente Scolastico Professor Fabio Massimo Pizzardi che prima metteva in risalto l’altruismo ed il grande coraggio di quei ragazzi e poi si rivolgeva agli alunni presenti esortandoli a seguire il loro esempio. Gaudio, Fabrizio, Antonio, voi siete l’albero rigoglioso che dà sempre buoni frutti. A nome mio, del Gruppo Alpini e dell’intera cittadinanza, vi dico Grazie! Trasacco è fiera di avere due figli come voi. Bravi, bravi, bravi! Mi auguro che di questi alberi ne nascano sempre di più e che Ia scuola, la famiglia , la società, possano aiutarli a crescere, innaffiandoli e concimandoli fin da piccoli, onde evitare che si perdano nel buio della droga e nelle sterpaglie della malavita”.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Riconsegnati ai fedeli e alla cittá di Avezzano la gradinata e il sagrato della Cattedrale

Avezzano – “Dopo due lunghi anni, dopo tante difficoltà e non poca fatica, tutti potranno accedere in Cattedrale passando per la porta principale. La gradinata e il sagrato sono riconsegnati ...


Gestione idrica autonoma: il Tar dice no alla sospensiva, ma i sindaci di Civitella Roveto e Canistro non demordono

“Nella mattinata di ieri, sabato 26 novembre, i Comuni di Canistro e Civitella Roveto, unitamente agli altri Comuni difesi dal Prof. Avv. Giandomenico Falcon, hanno ...

Tragedia di Rigopiano, parenti delle vittime: “Richieste di condanna che, se confermate, darebbero pace e dignità ai nostri 29 angeli”

Abruzzo – Sono state tre le udienze che porteranno a una sentenza di primo grado sulle responsabilità in merito alla tragica vicenda di Rigopiano. Il ...

UILTemp Abruzzo: “Persistente condizione di precarietà psicologica dei lavoratori e delle lavoratrici in LFoundry”

Avezzano – “Con l’arrivo del fine anno è opportuno fare un bilancio della situazione lavorativa della centinaia di lavoratrici e lavoratori Lfoundry che hanno vissuto ...

Degrado estremo in una stazione della linea Roma-Avezzano, la denuncia di Simone Cicalone

Una stazione della linea ferroviaria Roma-Avezzano risulta essere in una situazione di totale abbandono. La denuncia proviene dallo youtuber Simone Cicalone che, in uno dei ...



Lascia un commento