Ripensare le aree marginali, ripensare l’Abruzzo, tavola rotonda a Tagliacozzo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – A Tagliacozzo  il 12 novembre alle ore 9.30 una giornata di lavoro sul tema delle aree marginali, promossa dal Centro Studi Confronti e l’Università di Roma Tor Vergata, sul tema del volume “Riabitare l’Italia” edito da Donzelli, curato da Antonio De Rossi.

Il Centro studi Confronti e l’Università Tor Vergata promuovono la tavola rotonda “Ripensare le aree marginali, ripensare l’Abruzzo” con la partecipazione di esperti e studiosi, con il patrocinio del Comune di Tagliacozzo, e la media partnership del progetto “All Routes lead to Rome”. L’appuntamento si terrà a Tagliacozzo (AQ) martedì 12 novembre 2019 alle 9.30 presso la Residenza municipale – sala consiliare – in piazza Duca degli Abruzzi.

Sarà un’occasione per approfondire i temi trattati nel volume Riabitare l’Italia. Le aree interne tra abbandoni e riconquiste a cura di Antonio De Rossi (Donzelli editore, 2018).

«La marginalità non dipende dalla geografia, ma dal deficit di diritti di cittadinanza, ossia dal livello di servizi di welfare, sociosanitari, scolastici necessari per l’abitabilità di un territorio. Questa nuova visione è rivoluzionaria» ha dichiarato De Rossi alla rivista Confronti (numero 7/8 del 2019), per poi proseguire: «Le aree interne italiane non sono più solamente un problema, ma un’opportunità in termini di innovazione e sostenibilità economica, sociale, culturale, ecologica».

Fabrizio Barca, coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità, a cui sono affidate le conclusioni della giornata di studi assieme al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, così dice nel libro edito da Donezlli: «È dunque oggi necessaria una radicale inversione di rotta, che faccia i conti in modo nuovo con i due nodi della conoscenza e del potere».

Franco Salvatori, dell’Università Tor Vergata che ha promosso la giornata di studio, ha invece ricordato che il comma 2 dell’articolo 3 della Costituzione italiana parli del compito della Repubblica di “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana”, e che questo «voglia dire, per quel che riguarda le aree interne e marginali, il dovere di creare oggi le condizioni affinché le forze innovatrici della società, che sono presenti e nascono continuamente, possano dispiegarsi pienamente così da creare inediti equilibri, una rinnovata abitabilità».

Dopo i saluti del sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, che patrocina l’iniziativa, prenderanno la parola: Franco Salvatori (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Simone Bozzato (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Lina M. Calandra (Università degli Studi dell’Aquila), Antonio De Rossi (Politecnico di Torino), Franco Farinelli (Università degli Studi di Bologna), Pierluigi Magistri (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Francesco Monaco (Fondazione IFEL-ANCI), Riccardo Pozzo (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Giulia Urso (Gran Sasso Science Institute – L’Aquila).

Concludono i lavori Fabrizio Barca (Coordinatore Forum Disuguaglianze e Diversità) e Marco Marsilio (Presidente Regione Abruzzo); modera la giornata Claudio Paravati, direttore della Rivista e Centro Studi Confronti.