T-Red, vita morte e miracoli nella una super perizia che spiega il perché e il percome “dell’ex” incubo di Avezzano. L’opposizione presenta una mozione per “gli innocenti”

AvezzanoUn acceso dibattito con i cittadini, quello che si è svolto nelle conferenza stampa dell’opposizione politica del comune di Avezzano promossa dai consiglieri I Consiglieri Comunali Giovanni Di Pangrazio, Mario Babbo, Cristian Carpineta Domenico Di Berardino Francesco Eligi, Gianfranco Gallese, Roberto Verdecchia. Il problema sono gli effetti dovuti al “rigido” funzionamento del dispositivo. Multe e decurtazione dei punti sono solo stati alcuni degli argomenti trattati.

Dalla conferenza emerge che le considerazioni e le azioni messe in campo dall’opposizione sono avvalorate da riscontri tecnici oggettivi, che attesterebbero che il semaforo, nel suo funzionamento, non rispetta i parametri standardizzati e quindi si contesta il criterio dell’uso delle telecamere che accertano infrazioni che, in molti casi sono inevitabili. L’opposizione dichiara il tutto illegittimo, e quindi chiede l’eliminazione delle telecamere con tanto di scuse ai cittadini e il rimborso di tutte le multe.

Molti i cittadini presenti e arrabbiati per aver preso valanghe di multe arrivate dopo novanta giorni dall’infrazione, ci sono persone che ne hanno oltre una decina, una signora durante la conferenza era molto alterata perché a forza di scalare punti gli hanno tolto la patente .

Il consigliere Domenico Di Berardino ha commentato:

“ L’unica cosa vera ed importante che deve salvaguardare l’amministratore pubblico è’ quello di vedere sempre nelle  proprie azioni il cosi detto bene comune, per il bene comune si intende di vario genere, per garantire questo aspetto è’ una cosa fondamentale ascoltare la città, ascoltare i cittadini costantemente, quindi confrontarsi con loro e andare a verificare se veramente quei problemi che sottolineano i cittadini  sono problemi che attanagliano la città, questo è il primo aspetto. Il secondo aspetto in un momento così confusionario e di caos, noi stiamo danneggiando fondamentalmente l’immagine della nostra città. Ci sono cittadini che abitano fuori città in altri paesi, in altri comuni anche fuori regione, dei paesi limitrofi a confine tra l’Abruzzo e il Lazio, che non vengono più per vari interessi di carattere economico nella nostra città e lo hanno denunciato chiaramente.
Questo significa che noi stiamo arrecando un danno oltre al fatto materiale che riguarda l’aspetto specifico, un danno materiale di immagine della nostra città e noi non lo possiamo permettere dato che l’amministratore pubblica ha il compito di garantire questo”.

Il consigliere Gianfranco Gallese

“secondo me andrebbe apprezzato il lavoro della polizia locale e nobilitata in compiti molto più alti che sono soprattutto quelli della tutela della sicurezza e del territorio.
Non bisogna dare l’impressione alla città che la polizia locale possa essere strumentalizzata per fare cassa, perché questo significa far perdere la fiducia della popolazione in questo corpo, che invece è un corpo di altissimo livello e che potrebbe essere nobilitato in compiti proprio di tutela della sicurezza ambientale oltre che della Security e non solo, diciamo, essere indirizzato a compiti sanzionatori che devono essere un po’ il punto conclusivo, perché la polizia locale io la vedrei molto molto più aggiornata molto più potenziata, Ecco quello che volevo dire e che ha tutta la mia stima.

Le interviste

Dai Documenti:

Dagli atti atti comunali

… Nel bilancio è stato previsto per le tre annualità del 20 l 9/2021 lo stanziamento di euro 2.000.000,00 relativo al gettito per sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni alle norme del codice della strada, importo comprensivo anche dell’entità di cui al ruolo coattivo;…

Visualizza tutti gli atti

T-Red, vita morte e miracoli nella una super perizia che spiega il perché e il percome "dell'ex" incubo di Avezzano. L'opposizione presenta una mozione per "gli innocenti"

Riprese video Manuel Conti

– Error 403 –