Svincolati 83 milioni di euro di fondi per il nuovo ospedale di Avezzano, Verì “Ad ottobre si conosceranno i dettagli e i tempi del progetto. Imminente potenzieremo anche per il “vecchio”

Avezzano – “La città avrà un nuovo ospedale che sarà confermato di primo livello: sarà l’ospedale della Marsica ed avrà 228 posti letto, i fondi necessari, 83 milioni di euro, sono stati svincolati”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, (Lega), in una conferenza stampa ad Avezzano tenuta insieme al consigliere regionale Simone Angelosante, per fare il punto sulle politiche sanitarie nella Marsica del Governo regionale di centrodestra a trazione Lega, in sella dal febbraio dello scorso anno.

La tempistica ufficiale sulla progettazione e la realizzazione ci sarà nel prossimo mese di ottobre con la presentazione della rete ospedaliera. Accanto ai due amministratori, il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Avezzano, Tiziano Genovesi, che ha fatto gli onori di casa visto che la conferenza stampa si è svolta nella sede elettorale del capoluogo della Marsica.

La Verì, che nel suo intervento ha voluto sottolineare anche quanto Il coronavirus sia ancora in giro e quindi di tenere la guardia alta e di quanto efficace è stata la risposta della regione Abruzzo, ha anche presentato un mini piano per il “vecchio” nosocomio: l’imminente potenziamento della terapia intensiva, nell’ambito del riordino della rete Covid-19: si passerà da 6 a 14 posti letto con due milioni di investimento, poi la realizzazione di bagni più vicini alla stanze dei ricoverati, a partire dal reparto maternità, e un intervento al Pronto soccorso.

L’assessore, nel rivendicare i buoni risultati della sua gestione, ha anche annunciato concorsi e assunzioni: “Abbiamo presentato i due dg nominati di recente che si affiancano ai due manager  al lavoro dal settembre scorso, negli incontri ho ribadito che si deve dare impulso a concorsi ed assunzioni, in tal senso voglio ricordare che una settimana dopo che ho assunto la carica, ho firmato il via libera a 280 assunzioni”.

“Quello di Avezzano – ha assicurato la Verì – resterà un ospedale di primo livello, con tutti i reparti necessari. Grazie alla rete Covid, che abbiamo presentato tra le prime otto regioni italiane, il nosocomio potrà beneficiare di circa due milioni di euro: 1,385 per il potenziamento della terapia intensiva, che passerà da 6 a 14 posti, e 854.208 euro per la sub-intensiva. Entro tre mesi la rimodulazione sarà operativa: a questo si aggiungeranno i fondi per ristrutturare il Pronto Soccorso”.

Sul nuovo ospedale, la Verì è stata chiara: “È fondamentale che diventi una realtà in grado di abbracciare tutto il territorio marsicano. Avrà 228 posti letto, di cui 150 per le specialità di base, 51 per la media assistenza, 12 per l’alta assistenza e 14 per la terapia intensiva e sub. Dei 228 posti 208 saranno per degenze ordinarie, 20 per il day surgery. A ottobre, quando presenteremo la nuova rete ospedaliera, avremo un quadro chiaro delle tempistiche. È importante, però, sapere che i soldi ci sono, sono sbloccati e la Regione sostiene con forza questo progetto. Le opposizioni ci attaccano ma la Lega e il Centrodestra hanno lavorato per rimettere a posto le tante negatività ereditate e poi programmato per migliorare la offerta sanitaria con azioni e progetti concreti”.

Svincolati 83 milioni di euro di fondi per il nuovo ospedale di Avezzano, Verì "Ad ottobre si conosceranno i dettagli e i tempi del progetto. Imminente potenzieremo anche per il "vecchio"

Genovesi ha poi rivendicato con forza il ruolo della Lega: “Il nuovo ospedale sarà una realtà fortemente voluta da noi e che si integrerà con il progetto di ‘Avezzano, città del benessere’ che abbiamo già presentato. Un obiettivo che difenderemo con i denti perché sarà anche in grado di dare ossigeno all’economia.

Con il nuovo ospedale Avezzano rafforzerà, facendo rete, il ruolo guida nell’ambito della città-territorio, in tal senso, riusciremo a dire la nostra, anche nei confronti dell’Aquila”.

il 40enne imprenditore ha poi “alzato” il tono dello scontro politico per  la campagna delle amministrative di città, puntando il dito verso quelli che ha definito insieme ad Angelosante i disfattisti;  “Qualcuno in questo periodo ha fatto il disfattista, dimenticando di dire che il lavoro che ha sbloccato il parto indolore all’ospedale di Avezzano, è totalmente della Lega, nato durante la campagna elettorale alle regionali del febbraio scorso con le nostre proposte. Ci sono gli atti che lo dimostrano”, e ancora: “Oggi c’è chi fa campagna elettorale con il lavoro altrui. Chi lo fa dimostra il suo scarso spessore politico, facendo ‘copia e incolla’. Sono gli stessi che sedevano nel comitato ristretto dei sindaci ai tempi della Giunta regionale di centrosinistra mentre la Marsica veniva depauperata. Dimenticano di dire che loro erano seduti nell’organismo che fa la programmazione e dà indicazioni politiche”

Il medico Angelosante, ha voluto sottolineare che la vicenda del nuovo ospedale “dimostra come questo Governo regionale e questo assessore tengano molto alla città di Avezzano” e lo fa puntualizzando e allontanando eventuali responsabilità dal governo regionale: “l’assessore Verì sa bene quanto le ho rotto le scatole. È un anno che ci stiamo lavorando perché lo avevamo promesso in campagna elettorale: se a settembre si farà è grazie al nostro lavoro, non perché qualcuno ha fatto un articoletto sulla stampa. Si farà perché c’è stata la programmazione del personale con concorsi e assunzioni. In Marsica c’è poco da fare con i disfattisti, chi lo fa, lo fa per amore di parte: la situazione che abbiamo ereditato da coloro che fanno i disfattisti è vergognosa, se qualcuno ha tagliato i servizi a Pescina e Tagliacozzo non è stato certo questo Governo regionale. Se qualcuno non ha fatto concorsi per primari all’ospedale di Avezzano, non è certo per colpa di questo governo regionale. La Lega ha a cuore la Marsica e con Genovesi sindaco lo dimostrerà ancora di più”.