Strada dei Parchi, Cna Fita Abruzzo sui possibili aumenti pedaggi A24 e A25



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Abruzzo – “Non è possibile scaricare ancora una volta sugli utenti disservizi e inadempienze degli organi preposti alla definizione degli atti necessari ad avviare i lavori di manutenzione straordinaria delle nostre autostrade“. Lo afferma in una nota Cna Fita Abruzzo, che giudica “preoccupanti le affermazioni rilasciate agli organi di stampa dal vice presidente di “Strada dei Parchi Spa“, Mauro Fabris, relative a possibili aumenti dei pedaggi assai consistenti lungo A24 e A25, autostrade già piuttosto care, a partire dall’inizio del prossimo anno: aumenti provocati dalla mancata approvazione, in sede istituzionale, del piano economico-finanziario relativo alla concessione stessa“.

Si tratta di inadempienze – prosegue Cna Fita Abruzzoche finiscono per bloccare interventi decisi da anni, eppure fondamentali per la sicurezza degli utenti, visto che parliamo di un’infrastruttura considerata strategica in caso di calamità naturali”. “Per questo – conclude l’associazione delle imprese del trasporto associate a Cna – occorre subito colmare con i necessari atti amministrativi, le inadempienze che si sono sin qui accumulate nonostante le promesse a suo tempo rivolte a imprese e cittadini“.

Comunicato Stampa Cna Fita Abruzzo