Storia recente

Testi a cura di Diocleziano Giardini maggiori info autore
Sul finire del 1984 la Banda viene sciolta, ma contemporaneamente vi è una nuova rinascita e sotto la guida e la caparbietà del Maestro Ezio Di Luzio viene ricostituito un organico di circa 40 elementi, tutti giovani ed un nuovo nome ”I Leoncini d’Abruzzo” in omaggio ed in continuità con la grande Leonessa. La Formazione dei giovani:

Emanuela Troiani Oboe, Domenico Sessa Flauto Ottavino, Filippo Rinaldi Flauto, Filippo Iulianella Clarinetto Piccolo MI b, Pasquale Colasimone Clarinetto in SI b, Paolo Alfano Clarinetto in Sl b, Dante Tofani Clarinetto in SI b, Stefano Tarquini Clarinetto in SI b, Franco Botticchio Clarinetto in SI b, Paride Di Nicola Clarinetto in SI b, Massimo Di Micco Clarinetto in SI b, Maurizio Pagnottaro Clarinetto in SI b, Franco Troiani Clarinetto in Sl b, Lauro Pellegrini Clarinetto in SI b, Marco Ciccarelli Clarinetto in SI b, Orlando Caroselli Clarinetto in SI b, Riccardo Gentile Sax Soprano SI b, Corrado Lambona Sax Contralto MI b, Guido Scamolla Sax Contralto MI b, Paolo Taglieri Sax Contralto MI b, Giuseppe Della Morte Sax Contralto MI b, Manfredo Parisse Sax Contralto Ml b, Simona Morgani Sax Contralto MI b, Walter Pollicelli Sax Tenore SI b, Lorenzo Taglieri Sax Tenore SI b, Gabriele Eramo Sax Baritono Ml b, Alfonsino Scamolla Sax Baritono MI b, Fabio Taglieri Corno in FA, Emilio De Simone Corno in FA, Giampiero Di Luca Cornetta in SI b, Fabrizio Parisse Cornetta in Sl b, Marco Scamolla Cornetta in SI b, Massimo Tarola Flicorno Sopranino MI b, Alfredo Catalli Flicorno Baritono, Emiliano Scamolla Gran Cassa, Emidio Di Nicola Piatti Sonori, Gianni D’Elia Tamburo.

Così il 22 novembre 1986 in occasione della festa di Santa Cecilia parte di nuovo l’avventura della Banda di Pescina. Nel 1988 partecipa, sempre sotto la Direzione del Maestro Di Luzio, ai festeggiamenti per i 100 anni della Banda di Celano, suonando il 10 luglio insieme alle Bande di Capistrello, Civitella Roveto, Magliano dei Marsi, S. Giovanni Val dei Varri, Tagliacozzo, Celano e la Banda ”Città di Lanciano”. Era presente anche la gloriosa ”Sinfonica” della Guardia di Finanza. Di Luzio rimarrà alla Direzione fino al 1989, ma resterà sempre la guida dei Leoncini d’Abruzzo fino al giugno del 1995 quando morirà lasciando un grande vuoto nei paesani e soprattutto nei bandisti locali e nazionali.

Sul finire del 1989 il Maestro Di Luzio si fa affiancare, anche per insegnare e tramandare, nella Direzione della Banda da due giovani Maestri Luciano Di Renzo e Corrado Lambona. Il 1989 è anche l’anno in cui la Banda ufficializza la propria posizione costituendosi in ”Circolo Musicale Banda I Leoncini d’Abruzzo” con un Atto Notarile del 21 febbraio presso il Notaio Arturo Di Giovanni di Avezzano, sottoscritto da: Antonio Botticchio, Ezio Di Luzio, Pietro Di Nicola, Alfredo Tarola, Mario Taglieri, Cesidio Pollicelli, Antonio lulianella, Vincenzo Sessa e Cesidio Della Morte. Nell’Atto figura anche il primo Consiglio Direttivo eletto: Antonio Botticchio Presidente, Mario Taglieri Vice Presidente, Ezio Di Luzio Sovrintendente Artistico, Antonio Iulianella Segretario e tutti gli altri soci fondatori Consiglieri. Gli intendi del gruppo sono seri e voltati al futuro ne è prova l’articolo 3 dello Statuto che fissa la data della durata dell’Associazione al 31 dicembre 2050.

Inizia cosi ufficialmente l’avventura che porta la Banda a varcare il Terzo Millennio, l’organico di 40 elementi si esibisce con successo, in Abruzzo e in Italia. Questa, sotto la guida dei Maestri Di Luzio, Di Renzo e Lambona.

Esibizioni importanti e meno vedono i nostri valorosi bandisti suonare in ogni luogo. In una di queste ricevono un Attestato di stima dal Maestro Severino Gazzelloni, presente nella Chiesa di S. Maria delle Grazie in Pescina, al concerto. L’Attestato manoscritto recita: ” Pescina 15 – 4 – 1989. Ai ragazzi del Complesso Bandistico ”I Leocini d’Abruzzo” in ricordo della grande Banda che fu di Pescina e che portò in buona parte d’Italia e d’Europa il nome di questa città! Con gli auguri più benevoli per voi ”Leoncini” da Severino Gazzelloni”.

Presenziare alle grandi e piccole manifestazioni: Chieti, 10 settembre 1989 all’Incontro con la Banda, sotto l’Egida dell’AMBIMA (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome); Sperone di Gioia dei Marsi, 16 settembre 1990 miniraduno di Bande: I Leoncini con La Banda della Brigata Aqui dell’Aquila, La Banda di Città Ducale.

Con il 1990 si avvia anche con continuità la Scuola di Musica, sotto la supervisione e guida del Maestro Di Luzio, coadiuvato da altri Maestri nei vari strumenti. La Banda viene affidata al Maestro Luciano Di Renzo che ne curerà la Direzione fino al 1992. Mentre la neonata Banda dei Leoncini Junior viene affidata ad una équipe di Maestri: Corrado Lambona, Dante Tofani, Maurizio Pagnottaro, Mariano Filippetti; che la dirigeranno fino al 1997.

Le attività del Circolo Musicale si ampliano, concerti per le feste in quasi tutti i paesi della Marsica, e la scuola di Musica viene frequentata da numerosi ragazzi. I saggi musicali di fine corso sono sempre costellati da un grande successo di critica e di pubblico. Molti degli allievi iniziano a frequentare il Conservatorio dell’Aquila con buoni profitti. Nel 1993 la Banda passa sotto la Direzione del Maestro Corrado Lambona fino al 1994. In questo anno il Circolo ”è costretto” a fornirsi di un regolamento interno per derimere tutti i comportamenti dei Bandisti. Il 16 febbraio 1994 una bellissima iniziativa insieme al Comune di Pescina vede la Banda in un concerto nel Carcere di S. Nicola di Avezzano.

Sempre nel 1994 il Circolo Musicale in collaborazione con L’ANBIMA Abruzzo organizza una serie di concerti ”Incontro con la Banda” dal 21 luglio al 3 agosto. La giornata scelta per Pescina è il 29 luglio che vede il Concertone diretto dal Maestro Vinicio Marini con le Bande: Casalincontrada, Pescina, Ripateatina e Scansano; riscuote un notevole successo. Nel 1995 la Direzione viene affidata al Maestro Giampiero Barile. Notevole in quest’anno è la partecipazione alla Giornata TELETHON che raccoglie i fondi per la Distrofia Muscolare. La giornata nazionale, nella Marsica era organizzata presso la Banca Nazionale del Lavoro di Avezzano e proprio nella sua sede la Banda si è esibita in un concerto molto applaudito e ripreso anche dalle televisioni. La manifestazione verrà realizzata anche nel 1996. Nel 1996 la Banda viene affidata al Maestro Paolo Alfano fino al 1998.

È questo 1996 un anno importante, la Banda con vari concerti festeggia il decennale della rinascita. Vi è anche un omaggio al Maestro Ezio Di Luzio (scomparso nel 1995). Il Circolo istituisce anche la Corale Folkloristica Fontamara diretta dal Maestro Giovanni Del Grosso. Nel 1998 una breve parentesi del Maestro Nicola Rosati per indisposizione del Maestro Alfano, che tornerà alla Direzione nel 1999 e condurrà la Banda fino ad oggi. Il 1998 vede anche l’esibizione in Ungheria ed a Padova. Nel 1999 è presente a Scurcola Marsicana nel Raduno Bandistico. Nel 2000 un altro Raduno Bandistico vede la presenza del Leoncini è quello organizzato a Gioia dei Marsi.

Un autentico trionfo è stato quello in terra di Spagna del Circolo musicale ”I Leoncini d’Abruzzo”. I bandisti marsicani, chiamati da internet a rappresentare l’Italia nel terzo Trofeo Internazionale di Bande Musicali e Majorette che si è svolto a Malgrat de Mar (Barcellona), hanno tenuto alto il nome dell’Italia bandistica, dell’intero Abruzzo e della Marsica. Il complesso pescinese si è classificato primo, ex equo con la Banda Slovena. Alla manifestazione hanno partecipato 20 bande, in rappresentanza di altrettanti Paesi. Un repertorio ampio e vario, quello proposto dai musicisti pescinesi, costituito da marce, musica leggera, classica e sinfonica e colonne sonore di films famosi, che ha letteralmente entusiasmato la platea. Un successo internazionale, che premia i sacrifici e la continuità dei membri dell’associazione: il Presidente Antonio Botticchio, il vice Edmondo Parisse e il Direttore Paolo Alfano insieme agli altri elementi de ”I Leoncini d’Abruzzo”, Alessandro Delle Coste, Franco Barbieri, Alessandro Macera, Emiliana Iacobucci, Daniele Antonangeli, Valeria Cococcia, Franco Botticchio, Lisa Collalto, Guido Del Grosso, Ulisse Moretti, Simone Pecce, Claudio Cerini, Anacleto Filippetti, Tonino Mazzocchitti, Alberto Grossi, Jairo Pellegrini, Valeria Di Renzo, Antonio Parisse, Paolo Spina, Giulio Barbieri, Mariano Filippetti, Giuseppe Della Morte, Simona Morgani, Alessandro Parisse, Keyvan Raysi, Mario Pierleoni, Giuseppe Scamolla, Soheila Raysi, Giampiero Di Luca, Giulio Marchione, Giovanni Zanni, Marcella Piccinini. Attualmete si stanno preparando il festeggiamento del loro bicentenario.

Un Circolo Musicale è certamente un orgoglio per il paese e per tutta la cittadinanza, sia per la continuità nella tradizione bandistica e musicale del paese di Silone e Mazzarino, e sia per i valori sociali, culturali, educativi insegnati e tramandati ai giovani.

Tratto da “Dalla Leonessa D’Abruzzo ai Leoncini”