Storia della Banda

La storia della Banda, questa importante realtà nella storia di Pescina, è stata trattata da diversi ricercatori e storici del posto. Si è preferito riportare le due più importanti trattazioni e cioè, quella scritta dal ricercatore Orazio Mascioli “Strana storia la storia della banda” e, quella scritta dal ricercatore e storico Diocleziano Giardini “Dalla Leonessa D’Abruzzo ai Leoncini”. Queste due versioni, anche se usando un “taglio” diverso e concordando su moltissimi punti, differiscono leggermente in alcune affermazioni. Sono comunque entrambe molto valide ed esaustive.

Dalla Leonessa D’Abruzzo ai Leoncini ( Diocleziano Giardini )
La Banda musicale, in altre parole quel complesso destinato a suonare in prevalenza all’aperto, nasce intorno al 1700 era denominato ”Paranzella”, ma anche nell’antichità esistevano gruppi di strumenti a fiato che servivano ad eccitare i soldati in combattimento. La Banda, fino al 1800, non aveva un organico precostituito ma era un’accozzaglia di strumenti di vario genere che davano un risultato musicale scadente a quei tempi l’organico doveva essere piuttosto esiguo sicuramente due piccoli gruppi strumentali… Continua >>

Strana storia la storia della banda ( Orazio Mascioli )
Per una generazione che è cresciuta ai ritmi del rock, per una generazione che si è sentita spronata nell’ impegno sociale dalla scuola dei cantautori genovesi e romani, in un contesto in cui anche il privato diveniva pubblico assumendo connotati politici, la “cassarmonica” sulla piazza abruzzese durante la festa o sagra paesana nei mitici anni sessanta, diveniva il simbolo dell’ effimero o dell’inutile, per non parlare del nostalgico inteso come reazionario.
Eppure la storia della Banda è la storia del popolo… Continua >>