Sequestrate armi e più di 2500 munizioni, denunciate tre persone



Sulmona – La Polizia di Stato di Sulmona, nell’ambito dei consueti controlli in materia di armi ha denunciato tre soggetti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona e sequestrato un totale di dieci armi, oltre a più di 2500 munizioni. In particolare  sono state denunciate due persone trovate in possesso di tre carabine e quattro pistole ad aria compressa di potenza superiore a 7,5 joule, acquistate su un sito internet straniero, e più di 2000 munizioni. 

I due soggetti, privi di licenza di porto d’armi, sono stati deferiti entrambi per detenzione abusiva di armi e compravendita di armi comuni da sparo per corrispondenza. Inoltre, uno dei due è stato denunciato anche per trasporto abusivo di armi, in quanto custodiva una delle carabine all’interno della propria autovettura. Le armi e le munizioni in questione sono state sequestrate.

Un terzo soggetto, titolare di licenza di porto d’armi e detentore di armi regolarmente denunciate all’Autorità di Pubblica Sicurezza, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione abusiva di armi e mancato rispetto delle prescrizioni dell’Autorità di Pubblica Sicurezza. Lo stesso custodiva, non rispettando le prescrizioni imposte, un fucile da caccia ed una pistola, regolarmente denunciate, ed è stato trovato in possesso  di una carabina ad aria compressa di potenza superiore ai 7,5 joule, acquistata su un sito internet straniero, omettendo la prescritta denuncia. La carabina in parola è stata pertanto sequestrata e più di 800 munizioni sono state sequestrate.

Quest’ultimo, proprio in relazione alle inottemperanze alla disciplina sulle armi e sui munizionamenti, è stato destinatario anche di provvedimenti amministrativi. La Polizia di Stato ricorda a tutti i cittadini di porre la massima attenzione nel rispetto della normativa di Pubblica Sicurezza in materia di armi, con particolare riferimento alle seguenti prescrizioni: 1) non acquistare armi on line, a meno che non si sia titolari di apposita licenza del Prefetto; 2) rispettare con ogni dovuta attenzione le prescrizioni sulla custodia delle armi; 3) denunciare sempre la detenzione delle armi ad aria compressa qualora abbiano una potenza superiore a 7,5 joule.



Leggi anche