Sei interventi per il Soccorso Alpino sul Gran Sasso, grave una ragazza scivolata per 30 metri



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

L’Aquila – Domenica ricca di interventi per il Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, che hanno effettuato sei interventi, tre dei quali a Campo Imperatore, in collaborazione con le Squadre di Soccorso Alpino Militare del Nono Reggimento Alpini di L’Aquila.

Continua la fruttuosa collaborazione tra le squadre di entrambi i Corpi, civile e militare, frutto di un accordo tra il Cnsas ed il Comando delle truppe alpine dell’esercito, per mettere a disposizione l’addestramento delle SSAM a favore della popolazione, che tutte le domeniche lavorano fianco a fianco, monitorando l’area di Campo Imperatore, con l’obiettivo di rendere più sicure le nostre montagne.

L’incidente più grave sui Monti della Laga, a Cento Fonti, dove una ragazza è scivolata per 30 metri lungo la scarpata. Il primo intervento ieri mattina a Campo, al Rifugio Duca degli Abruzzi, lungo la Via Normale, dove le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese e le SSAM del Nono Reggimento Alpini di L’Aquila hanno soccorso un escursionista che, a seguito di una caduta, ha riportato un infortunio alla caviglia destra con probabile frattura. La donna è stata imbarellata e trasportata fino alla base di atterraggio e decollo di Campo Imperatore dove è stata caricata sull’elicottero del soccorso.

Altro intervento frutto della collaborazione tra Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese e Nono Reggimento Alpini di L’Aquila sempre a Campo Imperatore, vicino all’osservatorio, dove una signora si è sentita male ed è stata soccorsa. Sempre in collaborazione tra i due corpi un terzo intervento sul Gran Sasso, tra il Sassone e Bafile, per una coppia bloccata e poi recuperata.

Altro intervento del Soccorso Alpino ai Monti Gemelli, alle Gole del Salinello, per un escursionista ferito. Tra i sei incidenti il più grave si è verificato sui Monti della Laga, a Cento Fonti, dove una ragazza è scivolata per 30 metri lungo la scarpata. La giovane di 36 anni di Roseto è stata recuperata dal Soccorso Alpino, intervenuto con l’elisoccorso decollato da Pescara. La giovane ha riportato numerosi traumi e si trova ricoverata in ospedale per ulteriori accertamenti.

Comunicato stampa Cnsas Abruzzo